Forse un'incremento della partecipazione azionaria Bajaj

Fonti straniere indicano imminente l’acquisizione di una quota di maggioranza del capitale di Ktm da parte dell’indiana Bajaj. Il Costruttore indiano incrementerebbe così la sua partecipazione nel capitale della Casa austriaca dall’attuale 30% fino addirittura al 90%.

Da parte delle due aziende non è arrivata conferma dell’operazione ma nemmeno smentita, e pare che Bajaj abbia accettato l’offerta di ktm e sia in procinto di acquistare un addizionale 21% delle azioni della società "ready to race", portando la sua partecipazione ad una quota di maggioranza pari al 51%. Successivamente l’accordo prevederebbe un ulteriore incremento del numero di azioni in possesso del partner indiano fino a raggiungere, appunto, il 90% del capitale.

L’operazione arriva un po’ a sorpresa, anche per chi "frequenta" gli ambienti industriali e conosce la situazione economico-fnianziaria dei grandi Costruttori. Ktm infatti fino ad ora sembrava aver retto alla crisi economica meglio di altre Case ma evidentemente il ristagno delle vendite ha creato qualche "imbarazzo" ai flussi di cassa. Un incremento della quota di partecipazione al capitale austriaco da parte del partner indiano darebbe più ampio respiro alla strategia di rilancio di Ktm, consentendo di affrontare le sfide dei prossimi anni con le spalle coperte.

Allo scorso Salone di Milano la presentazione dei prototipi delle nuove 125 stradali con motore a 4 tempi indiano era evidentemente indicativo di qualcosa di "più grosso" di una semplice partnership industriale e commerciale.

Fotogallery: KTM 125 Project