Occhi puntati sulla Z1000 ma le Ninja piacciono sempre

E’ uno stand molto semplice quello Kawasaki a Verona ma proprio per questo è anche facile muoversi al suo interno e ammirare molto da vicino tutti i modelli proposti dal costruttore giapponese.

La Z1000 è ammiratissima e suscita commenti contrastanti: c’è chi la trova bellissima e chi non ne condivide le forme sfaccettate ma nessuno resta indifferente al suo cospetto. Le altre naked non hanno bisogno di preamboli. La Z750 è una delle moto costantemente in vetta alle classifiche di vendita e la più piccola ER-6n sfoggia le nuove livree 2010. Della piccola bicilindrica frontemarcia Kawasaki è presente anche la versione carenata ER-6f.

A rappresentare le supersportive ci sono diverse colorazioni delle mitiche Ninja, la ZX-6R e la ZX-10R ma anche la pepata 250R che continuerà nel 2010 ad animare il combattuto trofeo monomarca, formativo per i più giovani e fucina di futuri campioni. Nel segmento delle 250 è presente anche l’enduro semi-professionale KLX 250.

La sontuosa 1400 GTR non è molto conosciuta sul mercato italiano ma qui a Verona è possibile vederla da vicino e provarne l’incredibile comodità semplicemente salendo a bordo per qualche minuto. I viaggiatori, o comunque chi usa la moto tutto l’anno, troverà nella versatile Versys una opportunità di scelta in più.

Completano la gamma di "esperienze" a due ruote Kawasaki le belle custom bicilindriche, tecnicamente raffinate e ‘perfettine’ come le moto giapponesi sanno essere, dalle VN900 Classic, Custom e Classic Light Tourer, alle imponenti VN2000 Classic, passando per le fascinose VN1700 Classic, Classic Tourer e Voyager.

E per i sedicenni a caccia della prima moto largo alle maneggevolissime D-Tracker e KLX 125.

Fotogallery: Kawasaki al Verona Motor Bike Expo 2010