Estetica più moderna per la 'all rounder' bicilindrica. Da 7290 euro

Per il 2010 Kawasaki ha aggiornato alcuni importanti modelli: Z1000, ZX-10R Ninja e 1400 GTR, oltre ovviamente alla Versys che vi presentiamo in questa anteprima.
La 'tuttofare' Kawasaki riceve alcuni aggiornamenti che ne migliorano l'impatto estetico, la protezione aerodinamica e la qualità della vita a bordo.

La mano degli ingegneri giapponesi si è posata soprattutto sul design. La parte più nuova è il cupolino e tutta l'area che scende verso il serbatoio e la sella. Le superfici sono più sfaccettate, il gruppo ottico è a doppio elemento sovrapposto, integrato in una cornice che fuoriesce dalla sagoma del frontale. Ci sono anche delle prese d'aria che regolano più efficacemente il flusso d'aria sulle spalle e intorno al casco del pilota.

Rivisto è anche il parafango anteriore, meno tondeggiante e con due piccole aperture appena davanti ai foderi della forcella, mentre gli indicatori di direzione, dal nuovo design, cambiano posto e dai fianchetti passano ai lati del cupolino.

Ciclistica e meccanica non hanno subìto grossi aggiornamenti, fatto salvo per il design del terminale di scarico, sempre sotto al motore ma dalla forma più moderna. La Versys è spinta come sempre da un biclindrico parallelo da 649 cc con distribuzione bialbero a 8 valvole e contralbero di bilanciamento. Ha un telaio a traliccio in tubi di acciaio e un forcellone con braccio destro arcuato su cui è infulcrato il perno inferiore del monoammortizzatore asimmetrico. Le sospensioni sono entrambe regolabili nella frenatura idraulica in estensione e nel precarico delle molle.

Ruote a razze sdoppiate e misure dei pneumatici (120/70-17" ant. e 160/60-17" post.) rimangono invariate, così come la misura dell'interasse (1.415 mm) che rende la Versys una 'all rounder' divertente da guidare quando la strada si fa tortuosa. I dati di potenza e coppia sono invariati: 64 CV a 8.000 giri e 61 Nm a 6.800 giri per un peso in ordine di marcia di 206 kg.

La versione in giallo dell'immagine è un colore nuovo, e va ad affiancarsi al nero, uniche due tonalità per il mercato italiano, laddove il modello attuale è invece disponibile in nero, grigio e orange.

Disponibile nelle concessionarie Kawasaki dalla fine di gennaio, la Versys 2010 è offerta a 7.290 euro, mentre per la versione con sistema frenante dotato di ABS occorrono 7.790 euro.

Fotogallery: Kawasaki Versys 2010