Cambio a doppia frizione per VFR1200F e non solo...

La nuova Honda VFR1200F sarà disponibile quasi certamente in due versioni ma non per via della presenza o meno dell'ABS (che sarà di serie e non disinseribile), ma perché sarà proposta anche con cambio automatico sequenziale a doppia frizione. Non sarà ovviamente appannaggio della sola VFR1200F perché il progetto V4 prevede la creazione di una piattaforma di motociclette dalle caratteristiche estetiche e dinamiche differenti, dalla sportiva alla turistica passando forse addirittura per la maxienduro.

Nell'interessante video diffuso da Honda (che potete vedere a fine pagina) si può apprezzare il funzionamento del nuovo cambio nelle due modalità proposte: a 6 rapporti completamente automatico, con la cambiata gestita integralmente dalla centralina della moto in base a numerosi parametri tra cui il principale è l'apertura del gas, e manuale, in cui pur in assenza della leva della frizione è il pilota con due comodi tasti sul semimanubrio sinistro a decidere quando cambiare rapporto. Il funzionamento completamente automatico può inoltre essere sfruttato in due modalità: "D" per la guida normale e "S" per la guida sportiva, impostazione che sposta più in alto il regime di giri prima della cambiata, in modo da fornire uno spunto più brillante.

Ma i vantaggi non si traducono solo nell'assenza della leva della frizione ma anche nella dolcezza della cambiata e nella pulizia dell'erogazione, tale da evitare qualsiasi trasferimento di carico in accelerazione e ovviamente anche cambiate molto più veloci. Merito della doppia frizione che, per semplificare al massimo il concetto, "prepara" il rapporto successivo più "lungo" quando ancora è inserito il precedente più "corto", in modo da ridurre a pochi millesimi di secondo l'assenza di trazione. Migliori e più gestibili prestazioni quindi ma anche tanta facilità di guida e comfort di marcia per pilota e passeggero.

Il nuovo cambio a doppia frizione non introduce modifiche ingombranti al layout del motore cui viene applicato, permettendo di sviluppare la gamma di moto in programma senza stravolgere il modo di progettare i diversi modelli, tanto che la stessa VFR1200F sarà proposta nelle due versioni, tradizionale e automatica, con forme, ingombri e pesi del tutto simili. Ma non si tratta di un progetto di nicchia; Honda intende gradualmente diffondere a un numero crescente di modelli questa tecnologia, con l'obiettivo di conquistare le preferenze di un numero crescente di motociclisti, anche di quelli amanti delle moto sportive ad alte prestazioni.

Fotogallery: Honda Dual Clutch Transmission