I piloti del Team Honda HRC alla ricerca di una nuova vittoria

In un finale di stagione in cui tutti stanno migliorando sotto il profilo tecnico, Suzuki compresa, anche Honda si appresta a vivere il GP di Indianapolis forte di sviluppi tecnici e di una pista che potrebbe rendere meno evidente il gap prestazionale che ancora c'è tra la RC 212 V e la Yamaha M1.

"Ho molta voglia di tornare in pista in America - ha dichiarato Pedrosa - perché l'ultima volta, a Laguna Seca, ho vinto. Un risultato del genere sarebbe eccezionale per me e per il team e questo sarà il nostro obiettivo, sebbene siamo consapevoli che ci sarà parecchio lavoro da fare perché i nostri rivali sono sempre molto forti. Non credo che la differenza vista tra noi e loro a Brno sia reale, sono convinto che a Indy saremo più vicini. Il tracciato di Indy è composto da parecchie curve da affrontare in seconda e terza marcia, quindì non è uno dei miei favoriti, ma è davvero impressionante."

"È la seconda volta che corro ad Indianapolis - parla Dovizioso - e devo dire che la prima volta avevo trovato subito un gran feeling con la pista. È il tipico circuito americano con servizi perfetti e grandi punti per i tifosi. Correre qui ha davvero qualcosa di speciale. Cercherò il podio visto cha anche a Brno l'ho mancato di un soffio. Non sarà facile ma mi aspetto di essere più vicino ai migliori perché la pista è abbastanza lenta e avremo meno problemi rispetto a Brno dove il tracciato amplificava le nostre difficoltà."

Fotogallery: MotoGP 2009, Team Honda HRC