La V2 di di Noale vince per la seconda volta consecutiva la corsa americana

E’ italiana la moto che, sulle montagne del Colorado (USA), trionfa per il secondo anno consecutivo nella più famosa, massacrante e spettacolare gara in salita del mondo.
Davey Durelle con la sua Aprilia SXV 5.5 bicilindrica si è aggiudicato anche l’edizione 2009 della Pikes Peak International Hill Climb, realizzando il miglior tempo assoluto e lasciandosi alle spalle motociclette di categoria superiore.

Il secondo storico trionfo della Casa di Noale è stato completato dallo straordinario quarto posto conquistato dall’altro alfiere Aprilia, l’italiano Giuliano Covezzi, nella categoria fino a 750cc: piazzamento che gli è valso il titolo di "Rookie of the Year" (miglior debuttante dell’anno), assegnatogli dalla Direzione gara della Pikes Peak International Hill Climb.

Il successo di Aprilia è stato infine coronato dal sesto posto ottenuto nella categoria Supermoto da Landers Seviers, alla guida di un’Aprilia RXV 4.5.

"Partivamo fiduciosi, forti dello strabiliante successo di Davey nella scorsa edizione, e le nostre speranze non sono state deluse" – commenta Rick Panettieri, Brand Manager Aprilia negli Stati Uniti – "Con il successo in questa edizione, il secondo consecutivo, Aprilia SXV si conferma come la moto da battere, grazie al rivoluzionario e potente propulsore bicilindrico e alle eccellenti doti ciclistiche."

Tre risultati straordinari che ribadiscono il potenziale della Aprilia SXV in una delle competizioni più dure e affascinanti del mondo. La Pikes Peak è infatti un banco di prova senza eguali per uomini e macchine. Da 2.835 a oltre 4.300 metri, in 20 chilometri di salita pazzesca, su asfalto e – nell’ultimo tratto – sullo sterrato (il mitico Devil’s Playground) di una delle montagne più alte degli Stati Uniti. 156 curve mozzafiato sempre sull’orlo del precipizio, fianco a fianco alle nuvole.

La mitica "Race to the Clouds" si corre ogni anno in piena estate, in Colorado, ed è una gara unica al mondo, una grande festa del motorismo. Una competizione antica ed epica, giunta all’87ª edizione, che vede al via ogni genere di mezzi: auto da rally, fuoristrada e 4x4 con potenze che sfiorano i 1.000 cavalli, camion da quasi 3.000 cavalli. Anche le moto sono ammesse, così come i quad e i sidecar tutti caratterizzati da motorizzazioni iperboliche.

Fotogallery: Aprilia SXV domina la 87esima Pikes Peak