Impianto completo per tutte le versioni della piccola sportiva Honda

Finita nel 2001 l’era delle Honda 125 a 2T, con l’uscita di scena dell’indimenticabile NSR, arriva nel 2004 la Honda CBR125R. Il modello è all’apparenza meno specialistico perché ha pneumatici di ridotta sezione e una "silohouette" davvero smilza, ma ben presto i sedicenni si accorgono di questa facile 125 monocilindrica a 4T dai consumi bassissimi e l’affidabilità a prova di maltrattamento.

In Italia ne circolano parecchie e così la Mivv, il colosso di Teramo specializzato in impianti di scarico ad alte prestazioni, ha deciso di realizzare due sistemi composti da collettore e terminale, capaci di regalare un sound molto più accattivante e un incremento di prestazioni interessante.

La scelta è tra terminale tondo "GP" o "X-Cone", in versione omologata e open (sono provvisti di dB-Killer estraibile) ed entrambi possono essere installati su tutte le versioni della CBR125R.

Non meno importante è forse la resa estetica, capace di rendere notevolmente più sportiva la linea della piccola stradale Honda, ma è soprattutto il banco prova (dati forniti da Mivv) a mostrare la qualità di questi prodotti.

La versione originale ha fatto registrare un picco di potenza di 12,06 CV, che diventano 12,15 con il terminale "GP" e 12,42 con il modello "X-cone". Togliendo il dB-killer i valori aumentano rispettivamente a 12,5 e 12,88 CV.

I prezzi al pubblico: 511 Euro per l’impianto con terminale "GP" in carbonio, e 531 con terminale in titanio. Per la versione "X-Cone" invece il prezzo è di 454 Euro.

Ulteriori informazioni sul sito Mivv

Fotogallery: Scarico completo Mivv per Honda CBR125R