Per la gara di casa Ben diventa"Texas Terror"

Due grandi campioni, su due fenomenali Yamaha, nei due campionati più importanti del globo, su due spettacolari piste ai due capi del mondo, ma con una cosa in comune: un casco speciale disegnato dal fuoriclasse del design Aldo Drudi.

Mentre The Doctor aveva il suo bel da fare al Mugello per provare a vincere il gran premio di casa con il nuovo casco da "mani nei capelli" , a Miller Park, negli Stati Uniti, Ben Spies spazzava via ogni speranza degli avversari di vincere indossando il suo nuovo casco della HJC "Texas Terror". Considerando i distacchi inflitti a tutti, Fabrizio e la Ducati esclusi, il nickname è stato davvero appropriato!

Facevano parte del "kit" anche gli speciali stivali Alpinestars con la grafica composta dalla bandiera a stelle e strisce, dal suo cognome e dallo storico appellativo "elbowz" (gomiti) con cui è diventato famoso negli States per il suo stile di guida che, in Italia ormai, grazie al commento di Mauro Sanchini su La7, tutti chiamano "stile carriola" !

Il Texas non è nuovo alla "fornitura" di piloti fuoriclasse, e dopo le gesta di Edwards, noto come "Texas Tornado", la superbike oggi ci delizia con il nuovo "Texas Terror" Spies!

Fotogallery: Il casco Texas Terror di Ben Spies