La sicurezza si veste di bianco

E' stata l'Aprilia più attesa del 2007 ed oggi, a poco meno di un anno dalla sua presentazione, si svlea in una inedita versione ABS. Ancora snobbato dai motociclisti italiani, in Germania ed Olanda il sistema ABS rappresenta un accessorio immancabile in ogni moto e non c'è dubbio che il ritorno in listino di questo accessorio - già visto nel recente passato Aprilia su Caponord - apra nuovi orizzonti commerciali ben oltre i confini dello stivale.

Riconoscibile per le ruote foniche installate sui mozzi, per i nuovi dischi freno a margherita e per l'adozione di un curioso puntale nero, all'interno del quale è alloggiata la "meccanica" del l'ABS stesso, Aprilia Dorsoduro 750 ABS ha portato al debutto anche l'inedita colorazione bianca, che si affianca ai già noti nero, rosso e grigio disponibili sin dal debutto.

In termini di meccanica non ci sono particolari novità: il bicilindrico V90° Aprilia, 749 cc, 8 valvole, raffrettato a liquido eroga 92 CV, i quali si "interfacciano" al pilota mediante il sofisticatissimo acceleratore elettronico Ride by Wire a tripla mappatura.

Le pinze ad attacco radiale, il telaio a struttura mista, le sospensioni completamente regolabili ed uno stile davvero "provocante" completano un quadretto che Aprilia propone ad un prezzo di 9.400 euro circa nella versione ABS e 8.990 nell'allestimento standard.

Fotogallery: Aprilia Dorsoduro 750 ABS