dalla Home

Special e Elaborazioni

pubblicato il 27 luglio 2018

Ducati, la Scrambler di deBolex diventa una racer estrema

Aspetto racing, parti realizzati a mano in alluminio e ciclistica rivista

Ducati, la Scrambler di deBolex diventa una racer estrema
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Ducati, la Scrambler di deBolex diventa una café racer estrema - anteprima 1
  • Ducati, la Scrambler di deBolex diventa una café racer estrema - anteprima 2
  • Ducati, la Scrambler di deBolex diventa una café racer estrema - anteprima 3
  • Ducati, la Scrambler di deBolex diventa una café racer estrema - anteprima 4
  • Ducati, la Scrambler di deBolex diventa una café racer estrema - anteprima 5
  • Ducati, la Scrambler di deBolex diventa una café racer estrema - anteprima 6

Questa seducente special realizzata su base Ducati da deBolex è stata al centro dell'attenzione in occasione del festival Wildays. Il lavoro effettuato dal noto customizer ha portato una Scrambler 800 ad assumere le vesti di un prototipo di café racer dall'aspetto minimal ed estremamente accattivante.

Indole racing

Insieme al suo partner Des Francis, ha puntato a realizzare una moto dall'indole fortemente racing, realizzando una carenatura completa. Il tutto è stato realizzato a mano in alluminio utilizzando le vecchie tecniche della lavorazione dei metalli. Tuttavia non sono stati lasciati al caso i dettagli, dunque carena completa ma anche prese d'aria nei punti giusti per permettere al bicilindrico di respirare al meglio.

Serbatoio in alluminio e sella in Alcantara

Le varie parti in questioni si smontano in tempi record per rendere semplice qualsiasi operazione di manutenzione da effettuare. In alluminio è anche il serbatoio dalla linea racing e retrò, che va ad affiancare la sella in Alcantara realizzata a mano e rivestita con un morbido tessuto con cuciture a vista. Non poteva che avere una coda monoposto questa special, con lo scarico in acciaio realizzato ad hoc dalla forma assolutamente vistosa.

Upgrade alle sospensioni

Per integrare tutti i nuovi pezzi deBolex ha dovuto anche realizzare alcuni telaietti aggiuntivi, mentre per quanto riguarda le performance della moto le sospensioni sono state impreziosite con cartucce Andreani nella forcella e mono Maxton dietro. I cerchi sono completamente nuovi e calzano gomme Metzeler RaceTec RR. Nuovi sono anche i comandi, le leve e le pedane (Rizoma).

Mancano, come è visibile, le luci e gli indicatori di direzione, ma la moto ha un suo fascino proprio per l'essenzialità delle sue componenti. E guidarla non deve essere affatto male... (Credits photo: debolexengineering.com)

Autore: Redazione

Tag: Special e Elaborazioni , special


Top