Attualità e Mercato

pubblicato il 26 luglio 2012

4° Giornata Europea della Sicurezza Stradale

Firmati sette protocolli d'intesa per la Sicurezza Stradale

4° Giornata Europea della Sicurezza Stradale

Nella giornata di ieri si è svolta presso la sede del Ministero Infrastrutture e Trasporti una cerimonia dove sono stati firmati sette protocolli d'intesa con altrettanti Enti impegnati nella Sicurezza Stradale. L'occasione è stata fornita in una circostanza ben precisa, la 4° Giornata Europea della Sicurezza Stradale. Obbiettivo della campagna in atto, è quello di rafforzare l'istruzione e la formazione per gli utenti della strada, un progetto a cui parte delle Istituzioni italiane aderiscono al Progetto Europeo (questo è interessato in un periodo iniziato nel 2011 e che terminerà nel 2020).

SICUREZZA STRADALE: SI PUNTA SULL'EDUCAZIONE
Uno degli argomenti è stata l'educazione stradale. Il Ministero ha infatti siglato un accordo con l'Assessore alle Politiche della Mobilità di Roma Capitale Antonello Aurigemma per la realizzazione di un progetto che vede il coinvolgimento dell’Agenzia Roma servizi per la mobilità. Il progetto, denominato "Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada" si rivolge agli alunni della scuola secondaria di primo grado. Il secondo accordo ha come partner la Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale, per porre in essere una serie di iniziative volte al miglioramento dei livelli di sicurezza della circolazione, a partire dai progetti nei settori dell’educazione, comunicazione e informazione, mentre la Croce Rossa Italiana realizzerà un progetto per il triennio della scuola secondaria superiore volto ad accrescere la conoscenza e la consapevolezza dei rischi connessi alla circolazione stradale e a trasmettere le motivazioni per rispettare le regole, cercando di cambiare gli atteggiamenti e i comportamenti rischiosi già posti in essere.

C'E' ANCHE LA FMI
Anche il mondo dello sport è coinvolto. Il Ministero ha trovato un'intesa con il Comitato Paralimpico Italiano, per la realizzazione di iniziative congiunte nel settore dell’educazione, ivi compresa la sponsorizzazione del cartone animato che verrà presentato alla Paralimpiade di agosto 2012 e che, vertendo su temi di sicurezza stradale verrà proiettato nelle scuole a scopo didattico. Insieme alla Federazione Italiana Pallacanestro verrà varato un progetto rivolto ai primi due anni delle scuole secondarie superiori, che ha come obiettivo quello di trasmettere informazioni e conoscenza, con particolare riguardo alle situazioni di rischio. Con la Federazione Motociclistica Italiana sono stati prorogati gli accordi già in essere dal 2008 in ordine a iniziative di educazione all’uso corretto e sicuro delle due ruote, mentre con l’Associazione Nazionale Autieri d’Italia, che già svolge attività didattica nel settore da numerosi anni, verranno varate iniziative congiunte nelle scuole di ogni ordine e grado, prima tra tutte la diffusione del progetto per le scuole elementari già sperimentato con successo dal Ministero nell’anno scolastico 2011/2012.

ESODO ESTIVO 2012
E' stato poi presentato in diretta web su www.stradeanas.tv, il piano per l'Esodo estivo 2012. La viabilità può essere monitorata in tempo reale sulla nuova web tv dell'Anas, su Twitter e sul nuovo VAI "Viabilità Anas integrata" ora disponibile gratuitamente anche per tablet e smartphone. "La necessità delle ferie a risparmio degli italiani - ha spiegato l'Amministratore unico di Anas, Pietro Ciucci - si riflette nella diminuzione dell’utilizzo delle autostrade a pedaggio, che invece non riscontriamo nella stessa misura sulla rete stradale e autostradale senza pedaggio. Per questo motivo, occorre tenere in considerazione che la scelta dei lunghi week-end, invece delle classiche due settimane, contribuirà ad aumentare il numero dei transiti a breve e a medio raggio e, quindi, a ipotizzare maggior traffico dal venerdì pomeriggio al lunedì mattina soprattutto sulle strade nazionali gestite da Anas". L'Anas ha quindi predisposto 760 automezzi, 180 pannelli a messaggio variabile e 1900 telecamere tra fisse e mobili ed una novità importante del 2012 è costituita da Vergilius, il sistema di rilevatori di velocità che, come il Tutor in autostrada, combatte l'eccesso di velocità. Torneremo poi sull'argomento "esodo estivo" oggi pomeriggio, in modo da fornirvi tutte le informazioni possibili per viaggiare tranquilli.

A3 SALERNO-REGGIO CALABRIA: FINITA ENTRO IL 2013
Ci risiamo, la promessa si ripete. Il Ministro per lo Sviluppo Economico, Trasporti e Infrastrutture, Corrado Passera, che per la A3 Salerno-Reggio Calabria ha voluto una serie di sopralluoghi tecnico-amministrativi nei cantieri da effettuare insieme alla Guardia di Finanza per contrastare la ’ndrangheta, ha ribadito ancora una volta che per l'anno prossimo l'autostrada deve essere conclusa.

"La Salerno-Reggio Calabria - ha detto ieri, - è un'opera clamorosa dal punto di vista ingegneristico. Ci abbiamo messo la faccia ed entro l'anno prossimo i cantieri in corso devono essere completati". L'Amministratore unico dell'azienda, Pietro Ciucci, ha confermato l'impegno e ha detto che "il primo obiettivo dell'Anas per l'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria è quello di completare tutti i lavori finanziati e già avviati entro la fine del 2013 aprendo al traffico ulteriori 93 Km. L'andamento dei lavori a tutt'oggi consente di confermare tale obiettivo, che si pone come una sfida in termini di impegno costruttivo e di risorse finanziarie". Entro luglio saranno aperti altri 12,6 km, mentre per il prossimo esodo estivo saranno disponibili 397 Km di autostrada a doppia carreggiata, dei quali 272 Km già ammodernati.

Nel periodo dell'Esodo estivo 2012, compreso tra domani (27 luglio) e la prima settimana di settembre, su tutta la rete stradale e autostradale di oltre 25 mila Km in gestione all’Anas i cantieri inamovibili saranno 74, dei quali 6 sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, rispetto ai 123 complessivi dello scorso anno. "Proprio per l'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria - ha detto Pietro Ciucci - l'Anas ha previsto un piano specifico di intervento e di gestione. Questa estate, gli automobilisti che, per vacanza o per lavoro, sceglieranno di percorrere l’A3 Salerno-Reggio Calabria scopriranno una via di comunicazione ulteriormente migliorata grazie a oltre 272 Km di nuovo tracciato, dei quali 124 Km consecutivi saranno percorribili proprio nel tratto iniziale, tra Salerno e Lagonegro Nord, dove il volume di traffico costituisce il 70% dell’intero traffico autostradale".

VERGILIUS: IL TUTOR-AUTOVELOX DELLE STRADE STATALI
OmniMoto.it ne aveva già parlato oltre un mese fa, ora è realtà. Da venerdì 27 luglio 2012 è attivo Vergilius, da molti conosciuto come il sistema che rileva la velocità media sulle strade statali. In realtà, proprio come fa il Tutor in autostrada, Vergelius è un rilevatore della velocità media e istantanea, ossia può fare da Tutor "puro" oppure da autovelox, "pizzicando" chi viaggia a velocità sostenuta sotto un solo portale, grazie a un’unica telecamera, senza effettuare la media oraria col passaggio sotto un primo e un secondo portale. L'obiettivo, come ha spiegato l'Amministratore unico di Anas, è ridurre il numero di incidenti sulle nostre strade.

PER LA SICUREZZA
Il sistema Vergilius - come già anticipato - è stato ideato dall’Anas ed è dato in gestione alla Polstrada. Si differenzia dal Tutor per il fatto che non ci sono sensori annegati nell’asfalto, ma solo telecamere ai portali. L’obiettivo dell’Anas è appunto quello di migliorare la sicurezza stradale, visto che il mancato rispetto dei limiti di velocità costituisce una delle principali cause degli incidenti mortali sia sulle strade statali sia sulle autostrade.

DOVE E' PRESENTE VERGILIUS
A partire da venerdì 27 luglio 2012, ricordiamo che Vergilius sarà presente nel Lazio sulla SS1 "Aurelia", ai chilometri 11+950, 15+700 e 23+500; in Campania sulla SS7 "Domitiana", ai chilometri 44+500 e 54+300 e in Emilia Romagna sulla SS309 "Romea", ai chilometri 1+680 e 7+080. Il limite di velocità massimo consentito nei tratti stradali monitorati da Vergilius, che comunque è destinato a espandersi su altre Statali, è di 90 km/h.

E IL DECRETO?
I verbali arriveranno a casa dei proprietari dell’auto, che poi (se l’infrazione è molto grave) dovranno comunicare alla Polstrada i dati del guidatore cui togliere i punti-patente (pena, una multa supplementare di 269 euro). Unica stranezza, non è ancora online il Decreto di omologazione di Vergilius, ma è probabile che nelle prossime ore gli automobilisti potranno leggere quel documento sul Web, così come già accade per il Tutor di Autostrade per l’Italia.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , strada , varie , sicurezza , codice della strada , autovelox


Top