Curiosità

pubblicato il 25 luglio 2012

WSBK 2012 Silverstone: body painting per Haslam

Il circuito inglese "usa" Haslam come testimonial e lo sottopone a 3 ore di body painting

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Leon Haslam Body Painting - anteprima 1
  • Leon Haslam Body Painting - anteprima 2
  • Leon Haslam Body Painting - anteprima 3
  • Leon Haslam Body Painting - anteprima 4
  • Leon Haslam Body Painting - anteprima 5
  • Leon Haslam Body Painting - anteprima 6

Ai grandi eventi motociclistici spesso si assiste a delle sessioni di body painting la singolare arte di dipingere usando il corpo umano come tela. Va da sé che nel 99,9% dei casi, il "supporto" su cui gli artisti del body painting danno spazio alla propria fantasia, sia il corpo di una splendida ragazza. Capita a volte, però, che qualcuno utilizzi la "body art" per scopi puramente promozionali e scelga di verniciare il corpo di un atleta famoso.

LEON HASLAM: IL MINITESTIMONIAL
E’ così che la direzione dell’autodromo di Silverstone ha deciso di coinvolgere Leon Haslam per la promozione della prossima gara del Mondiale Superbike che si terrà sul circuito del Regno Unito il prossimo 5 agosto. E Leon, per l’occasione è stato dato in pasto alle esperte mani di Carolyn Roper, due volte Campionessa Mondiale di Body Painting, per realizzare una replica "dipinta" sul busto e sulle braccia della sua tuta BMW Motorrad Motorsport.

Carolyn ha impiegato più di tre ore per completare l'opera sulla parte alta del corpo di Haslam, ma il risultato è stato spettacolare ed è valso ampiamente l'attesa. Il suo stile unico e la sua attenzione per i dettagli hanno reso Carolyn una tra gli artisti più affermati ed apprezzati in questo settore. Una volta concluso il lavoro, era praticamente impossibile capire dove finisse la tuta di Leon e dove iniziasse il body paint.

Haslam ha poi compiuto una sessione fotografica con Gary Prior, fotografo considerato uno dei migliori del Regno Unito per quanto riguarda la ritrattistica che ha fotografato alcuni dei nomi più famosi dello sport, tra cui David Beckham, Jenson Button e Maria Sharapova.
Haslam ha poi così commentato riguardo a questa esperienza di body painting: "E' stato un po' frustrante restare in piedi fermo per tre ore senza vedere cosa stesse succedendo, ma non potevo credere ai miei occhi una volta visto allo specchio il lavoro completo. Il body paint era incredibilmente realistico e l'attenzione ai dettagli, incluse le riproduzioni degli sponsor, è stata incredibile. Carolyn ha un enorme talento".

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Curiosità , 1000 , pista , superbike , curiosità , abbigliamento , tute , autodromi , piloti


Top