Sport

pubblicato il 24 luglio 2012

MotoGP 2012, l'annuncio di Ben Spies: "Lascio la Yamaha"

Texas Terror lo ha dichiarato sul suo Twitter

MotoGP 2012, l'annuncio di Ben Spies: "Lascio la Yamaha"

Al giorno d'oggi se vuoi sapere per primo qualcosa in merito a un pilota della MotoGP non devi far altro che usare Twitter. Sì, perchè il popolare social nato per i telefonini è diventato ormai il principale canale attraverso cui i piloti raccontano di loro stessi.
Oggi è toccato a Ben Spies che, come un fulmine a ciel sereno, a pochi giorni dalla sua gara di casa, ha annunciato che alla fine dell'anno lascerà la squadra ufficiale Yamaha. Il pilota americano ha affidato a Twitter la divulgazione della notizia, riportando il link di una notizia pubblicata da Superbike Planet.

"Iero ho fatto un commento su Twitter che ha provocato scalpore. Oggi farò di più nel dire che ho scelto di lasciare la Yamaha alla fine di questa stagione per una serie di motivi" dice il testo dell'e-mail firmata da "Texas Terror" comparsa sul sito già citato.
"Darò maggiori spiegazioni solamente quando sentirò che sarà appropriato. Sto discutendo della situazione con il mio sponsor, che mi sta seguendo in questa scelta. Ci sono tante persone alla Yamaha che mi spiace dover lasciare, perchè loro sanno veramente chi sono. A loro auguro ogni bene per il futuro. Ora però non farò ulteriori commenti fino a quando non ci sarà l'annuncio ufficiale" proseguiva il messaggio.

A questo poi l'ex campione della SBK ha aggiunto un breve "tweet": "Sono felice di continuare a dare il massimo per il resto della stagione per i miei fans e poi iniziare un nuovo capitolo l'anno prossimo".
Quello che bisogna capire ora è quale sarà questo nuovo capitolo della carriera dell'americano, ma questo suo annuncio potrebbe anche essere un indizio importante per il futuro di Valentino Rossi, che nelle ultime settimane era stato accostato spesso al factory team Yamaha.
Qualora invece il "Dottore" dovesse decidere di proseguire la sua avventura in Ducati, il favorito numero 1 per la M1 gemella di Jorge Lorenzo, e forse addirittura l'ultimo pretendente rimasto, sarebbe Andrea Dovizioso.

Ma torniamo a Ben: cosa lo ha spinto a dare questa notizia con così tanto anticipo? Potrebbe essere una mossa intelligente per anticipare la notizia che prima o poi sarebbe arrivata sul fatto che Yamaha non gli avrebbe rinnovato il posto nella squadra ufficiale e quindi andarsene di sua volontà prima dell'appiedamento per avere tempo per valutare altre offerte dichiarandosi sul mercato.
L'altra alternativa è che Ben abbia già un accordo con un'altra Casa per il 2013 e quindi voglia far sapere subito che cambierà presto casacca. E se così fosse, quale potrebbe essere la moto giusta per Spies nel 2013? Fosse che in Ducati stiano cercando un pilota con la guida molto muscolare che pieghi la Desmosedici ai suoi voleri? Voi cosa ne pensate?

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , 1000 , motogp , pista , mercato , gare , autodromi , piloti


Top