Attualità e Mercato

pubblicato il 23 luglio 2012

Radici dell'albero: il proprietario paga la multa

Strade pericolose: se è colpa delle radici di una pianta

Radici dell'albero: il proprietario paga la multa

Avete presente quelle strade martoriate dalle radici di un albero? Quelle gobbette sono pericolosissime per gli utenti deboli della strada, come i motociclisti. E infatti, se il proprietario dell’albero non bonifica le radici della pianta (cresciute tanto da deturpare il manto stradale dell’arteria pubblica limitrofa alla proprietà privata), allora paga la multa e i lavori di ripristino. Per un motivo semplice: è rilevante il danneggiamento dell’infrastruttura che crea pericolo per la circolazione (specie per le moto e, ovviamente, le bici). Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza 12262 del 17 luglio 2012.

Così, gli ermellini hanno respinto il ricorso di un proprietario contro la decisione del tribunale di Terni che lo aveva condannato a versare 8.000 euro come sanzione accessoria del ripristino dello stato dei luoghi. Il fatto è che le radici degli alberi di sua proprietà (posti lateralmente alla carreggiata della strada) hanno danneggiato la sede stradale: risultato, sicurezza stradale a rischio, specie per le due ruote. Non conta quindi la proprietà della strada, ma la provenienza del pericolo al transito dalla proprietà privata.

Per estensione, è probabile che, in caso di incidente con danni nei confronti di un motociclista, il proprietario dell’albero avrebbe anche dovuto risarcire i danni al centauro.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , strada , 1000 , 600 , turismo , sicurezza , codice della strada , incidenti , citta


Top