Sport

pubblicato il 20 luglio 2012

WSBK 2012 Brno: la risposta del Team Liberty Racing

Il Team addita gli scarsi risultati del pilota...

WSBK 2012 Brno: la risposta del Team  Liberty Racing

Che nel mondo delle competizioni ne succedano di tutti i colori, questo lo sappiamo tutti. Che nei Campionati anche mondiali spesso capiti che meccanici e tecnici vengano pagati a babbo morto, non è notizia di oggi, ma quanto successo ieri a Brno, è lì che oscilla tra il tragico e il ridicolo.
Se ricordate, ieri pomeriggio Sylvain Guintoli si era trovato a Brno nell’impossibilità di salire in sella alla propria moto e aveva immediatamente rescisso il contratto che lo legava al Team Liberty Racing.

Ora: un lettore poco accorto potrebbe pensare facilmente a un gesto di stizza del pilota o a una scelta affrettata, ma a pensarci bene se un pilota arriva a troncare così bruscamente un rapporto con la squadra, qualcosa sotto deve pur esserci.
Nel frattempo stanno via via emergendo altri dettagli sui problemi cui sta andando incontro il Team Liberty Racing, perché a quanto pare, non è il solo pilota a non essere stato pagato… ma anche i meccanici che avrebbero deciso di non presentarsi a Brno.

Immediata la replica del Team, che in una prima nota di ieri pomeriggio dichiarava: "Il Team Liberty Racing comunica con rammarico che un’insanabile rottura nata da un’incomprensione tra una parte dello staff tecnico e il management amministrativo dell’azienda ha provocato, all’arrivo sul circuito di Brno, un’amara sorpresa. Diversi meccanici infatti hanno deciso di non partecipare al Gp della Repubblica Ceca ed al resto del campionato. Questa defezione comporta risvolti negativi per il pilota francese Sylvain Guintoli, che senza l’adeguato supporto tecnico non prenderà parte alla gara in programma a Brno durante questo weekend".
Da quanto si legge, sembrerebbe che il Team avesse intenzione di far correre tutti, ma senza meccanici non sarebbe stato possibile… Ora, non spetta certo a noi giudicare, però ci immaginiamo la faccia stupita del Team che arriva in autodromo e cade dalle nuvole ritrovandosi senza meccanici…

Dopo poche ore è giunta in redazione una seconda nota stampa del Team, che prende le distanze dall’accaduto con toni decisamente più vivaci e punta il dito direttamente contro il pilota: Il team Liberty Racing, alla luce di quanto è avvenuto nelle ultime ore, precisa la propria posizione e chiarisce i fattori che hanno condizionato gli eventi che hanno portato alla conclusione del rapporto di collaborazione con il pilota Sylvain Guintoli:
- in primis i non soddisfacenti risultati raggiunti dal pilota, con relativa assenza di ritorno mediatico per il top sponsor, sicuramente inadeguato rispetto ai massicci investimenti effettuati ed al materiale tecnico ed umano che gli è sempre stato messo a disposizione e con successiva conseguente riduzione degli investimenti da parte dello stesso sponsor come già evidenziato in passato;"


Beh, ancora una volta non spetta a noi giudicare, perchè non sappiamo cosa Guintoli avesse promesso alla squadra, però forse sarebbe giusto rileggere con attenzione le statistiche del Mondiale Superbike 2012 per scoprire che Sylvain Guintoli ha vinto una Gara ad Assen, ha conquistato un secondo posto sempre ad Assen ed un terzo a Phillip Island. Guintoli ha poi siglato anche la Pole Position a Monza e ad Assen fece segnare anche il Giro Veloce in gara…
Evitiamo di fare confronti con gli altri piloti della squadra perche sarebbero superflui.

La dichiarazione del Team prosegue con:
"- esigenza di razionalizzazione dei costi da parte della Liberty CZ Group, rivolta alla salvaguardia della continuità del team, anche in considerazione del temporaneo momento di crisi globale, che ha elevato il livello di attenzione della azienda rispetto al recente passato;
- tensione momentanea all'interno del settore tecnico del team che, a causa di incomprensioni con la direzione amministrativa del gruppo, ha deciso di assumere una posizione rigida nel gestire tale situazione;
- riscontro di superficialità e leggerezza nella gestione delle problematiche interne del team, con inutile utilizzo di pettegolezzi mediatici, come non si addice sicuramente a professionisti, che hanno intaccato il rapporto di fiducia costruito in mesi e mesi di collaborazione;
- volontà del team di dare spazio e continuità ai piloti giovani, decisamente più in linea con lo sviluppo del progetto birra Effenbert.
Il Team Liberty Racing, alla luce di quanto sopra evidenziato, rappresenta il suo rammarico per l'accaduto, rispettando la scelta fatta dal pilota e da parte dello staff tecnico, conferma la sua volontà nel continuare in futuro con lo spirito costruttivo e famigliare che lo ha sempre contraddistinto. Il Team formula i suoi migliori auguri a Guintoli ed allo staff tecnico per il prosieguo della carriera professionale"
.

Nel frattempo il circus della Superbike si è messo in moto e tra breve i piloti scenderanno in pista per il primo turno di prove libere.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , bicilindriche , 1000 , pista , superbike , gare , autodromi , piloti


Top