Attualità e Mercato

pubblicato il 17 luglio 2012

Semaforo giallorosso: che ne dite?

In futuro, il Codice della Strada potrebbe prevedere "nuove luci" semaforiche

Semaforo giallorosso: che ne dite?

Ecco una proposta di modifica del Codice della strada molto particolare: su iniziativa dei senatori Thaler Ausserhofer e Pinzger, "si intende inserire un tempo in più nella successione dei tempi delle luci semaforiche ovvero si intende aggiungere il rosso e il giallo insieme, per avvertire l’automobilista di prepararsi alla partenza al fine di rendere il traffico degli incroci, regolati da semafori, il più fluido possibile". Cioè? Semplice: se c’è il rosso e sta per scattare il verde, ecco il giallo sotto il rosso. Un preavviso.

Obiettivo, "informare l’automobilista dell’imminente partenza risulta particolarmente adeguato alla nuova tecnologia automobilistica che ha perfezionato il sistema di start and stop. Mentre il veicolo è fermo il motore dell’automobile si spegne così da diminuire i consumi di carburante e ridurre le emissioni inquinanti; dunque un sistema di avviso di partenza permetterebbe agli automobilisti di essere avvisati dell’imminente via libera e mettere così in atto le manovre necessarie per la partenza" .

La modifica è facile: "all’articolo 41, comma 2, del Codice della strada di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, dopo la lettera a) è inserita la seguente: "a-bis) rosso e giallo insieme, con significato di preavviso di via libera". In effetti, la norma non è male: il semaforo giallorosso potrebbe essere utile anche ai fini della sicurezza. È anche vero, come dicono i senatori, che sono gli automobilisti quelli che "dormono" maggiormente al semaforo. Sarà per questo che nella proposta si parla di auto e automobilisti e mai di moto né di veicoli?

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , 1000 , 600 , curiosità , sicurezza , anticipazione , codice della strada


Top