Novità

pubblicato il 31 luglio 2006

Kawasaki Versys

Una tuttofare derivata dalla ER-6!

Kawasaki Versys
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Kawasaki Versys - anteprima 1
  • Kawasaki Versys - anteprima 2
  • Kawasaki Versys - anteprima 3

L'erede della KLE 500 ha un nome ed una forma: si chiama Versys e la Casa giapponese l'ha già svelata in anteprima con tre scatti fotografici che ne svelano ampiamente lo stile e la destinazione d'uso. Rispetto a quella che noi consideriamo la sua progenitrice, c'è ben poco in comune: la nuova "creatura" ricorda più il concetto imposto al mercato dalla ducati Multistrada, ovvero una moto in grado di adattarsi a qualsiasi tipo di terreno partendo da un punto saldo...che è quello dell'asfalto.

Gomme stradali, quindi, stile e propulsore direttamente derivati dalla sorellina ER-6n, che da parte sua ha riscosso un notevole successo anche grazie ad una pulizia ed una semplicità meccanica davvero esemplari. Elementi, quest'ultimi, che ritroveremo anche su Versys, anche se pare che qualche CV sarà sacrificato in alto per far posto ad un po' di coppia motrice ai bassi, a tutto vantaggio dello spirito tutto-terreno.

Il propulsore, dunque, sarà una versione rivista del bicilindrico frontemarcia, avrà una cilindrata di 650 cc. circa ed una potenza massima che si attesterà attorno ai 68 CV. Rispetto alla ER-6 c'è una piccola evoluzione sotto il profilo ciclistico, in particolar modo nel retrotreno, che sfoggia nel caso del nuovo modello un forcellone a banana in alluminio che ricorda quello dell'Aprilia RSV.

Cambia anche l'ammortizzatore posteriore, ma non nel posizonamento...che rimane laterale, così come davanti arriva una nuova forcella a steli rovesciati. Nessuna novità, invece, per l'impianto frenante, che annovera due dischi davanti da 300 mm ed un'unità singola al posteriore con disco da 220 mm. Rimane opzionale l'ABS.

Prezzo? Come al solito interessante: da voci vicine alla Casa giapponese si apprende che di listino Versys non dovrebbe oltrepassare di molto i 7.000 euro. La vedremo in novembre, al prossimo Salone di Colonia.

Autore: Redazione

Tag: Novità , strada , bicilindriche


Top