Sport

pubblicato il 16 luglio 2012

WSBK 2013: BMW riorganizza l'attività sportiva

Un solo team in vista per il 2013, e sarà quello italiano

WSBK 2013: BMW riorganizza l'attività sportiva

A Monaco di Baviera non perdono tempo e stanno già organizzando al meglio l’offensiva 2013 per portare la BMW al titolo Mondiale nella Superbike. Gli anni di esperienza accumulati nelle ultime edizioni del WSbk, con il continuo e proficuo confronto con la squadra gestita direttamente da BMW Italia devono aver convinto il quartier generale di BMW a rivedere l’assetto della emanazione racing della Casa dell’Elica.
L’azienda ha infatti appena dichiarato in un comunicato stampa, che: "BMW Motorrad parteciperà con un Factory Team nel FIM Superbike World Championship 2013. Contemporaneamente l’azienda sta effettuando una riorganizzazione strategica mettendo insieme le attività Superbike".

Dalla comunicazione si legge anche che: "BMW Motorrad Italia sarà responsabile del Factory Team e del Test Team oltre che lo sviluppo del telaio e della ciclistica. BMW Motorrad AG sarà responsabile per lo sviluppo del motore e della elettronica.
BMW Motorrad continuerà quindi ad operare in maniera perfettamente integrata nel Campionato Mondiale delle moto derivate dalla serie. I nomi del Team, del Management e dei piloti per il 2013 verranno annunciati in un secondo momento"
.

Queste dichiarazioni dicono e non dicono, ma leggendo tra le righe si capisce che, con ogni probabilità, la squadra italiana diventerà rappresentante ufficiale di BMW nel Mondiale SBK, mentre la Alpha Racing potrebbe uscire di scena.
Su quante saranno le moto schierate, su quali saranno i piloti non siamo in grado di avanzare ipotesi, ma sappiamo bene che la struttura organizzata da BMW Italia insieme a Serafino Foti, è perfettamente in grado di gestire quattro motociclette, quindi non è escluso che possa proseguire sia l’attività in Superbike che quella in Superstock. Queste sono però solo nostre illazioni, non suffragate da comunicazioni ufficiali.

Le uniche dichiarazioni da parte dell’azienda sono arrivate per voce di Stephan Schaller, Head of BMW Motorrad, che ha dichiarato: "La nostra decisione rappresenta il chiaro impegno di BMW Motorrad nell’attività sportiva motoristica. Il Campionato Mondiale SBK continuerà ad essere per BMW Motorrad la perfetta piattaforma per dimostrare le proprie competenze come costruttore di motociclette sportive. La nuova struttura accentrata in un solo Team sarà consistente, agile ed efficiente, l’obiettivo è mirato e logico. Guardiamo avanti allo sviluppo delle due strutture di Monaco e Milano.
Voglio ringraziare Bernhard Gobmeier che ha riorganizzato, con successo, BMW Motorrad Motorsport ed ha conquistato le prime vittorie nel Mondiale SBK. Sono certo che lui ed il Team festeggeranno altre vittorie prima della fine del Campionato. Naturalmente la nostra decisione avrà anche effetto sulla partnership con Alpha Racing con cui abbiamo festeggiato i primi successi e abbiamo fatto crescere il Team. Nella seconda parte della stagione infatti continueremo a lavorare in maniera professionale con Alpha Racing dati gli ulteriori obiettivi che abbiamo davanti"
.

Segue la dichiarazione di Bernhard Gobmeier, BMW Motorrad Motorsport Director, che ha dichiarato: "Questa è una decisione strategica di BMW Motorrad. Questo ulteriore passo avanti dimostra che BMW Motorrad continuerà a partecipare all’attività sportiva con un approccio professionale. Durante questa stagione abbiamo conquistato le prime vittorie per BMW Motorrad nel Campionato Mondiale SBK e, sono certo, ne seguiranno altre. Noi tutti auguriamo ad Andrea Buzzoni ed al nuovo Team tutti i possibili successi".

La parola di Andrea Buzzoni, Direttore di BMW Motorrad Italia, è stata: "Il successo nell’attività sportiva dipende dalla perfetta interazione di tanti fattori differenti – dal pilota, al Team alla tecnologia, ai pneumatici. Oggi però è fondamentale che anche l’intero business case sia sostenibile. BMW Motorrad ha dunque deciso di riorganizzare la sua attività nel Mondiale Superbike. Vogliamo esprimere il nostro ringraziamento per la fiducia riposta e daremo il massimo per poter svolgere al meglio la nostra nuova funzione. I successi di questa stagione dimostrano che il lavoro di sviluppo svolto ha dato i suoi frutti e che la BMW S 1000 RR è in grado di vincere nel Campionato Mondiale Superbike. Tutto ciò è stato realizzato da Bernhard Gobmeier e dal Team. Noi nel 2013 costruiremo su questa piattaforma".

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , 1000 , superbike , curiosità , anticipazione


Top