Eventi

pubblicato il 9 luglio 2012

OmniMoto.it al 36° Stelvio International

Abbiamo partecipato allo storico raduno, patrocinato da Metzeler

OmniMoto.it al 36° Stelvio International
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • 36° Stelvio International Metzeler - anteprima 1
  • 36° Stelvio International Metzeler - anteprima 2
  • 36° Stelvio International Metzeler - anteprima 3
  • 36° Stelvio International Metzeler - anteprima 4
  • 36° Stelvio International Metzeler - anteprima 5
  • 36° Stelvio International Metzeler - anteprima 6

Lo storico raduno dello Stelvio, che arriva quest’anno alla 36esima edizione, prende il nome di "Motoraduno Stelvio International Metzeler" grazie allo sponsor che ha brandizzato tutti i punti caldi con cartellonistica, archi ed elefantini gonfiabili di dimensioni enormi, dando all’evento quel senso di ufficialità quasi da sembrare di essere nei paddock di una gara di campionato .
La manifestazione vanta una lunga tradizione, tanto che nasce circa 40 anni fa, esattamente nel lontano 1969, attirando sempre più motociclisti da tutta Italia e da tantissime nazioni europee. Già prima di arrivare nei pressi del raduno il colpo d’occhio era veramente incredibile, si notava uno strano brulicare di moto e motociclisti, che lasciava presagire qualcosa di grosso.

Finalmente arriviamo a Sondalo e le aspettative non vengono certamente deluse, tutto il paese ed i dintorni dell’area del Centro Sportivo Polifunzionale erano veramente invasivi di moto e centauri . In quest’ultima zona si volgevano la maggior parte delle attività messe in programma ed era montata una grande tensostruttura con bar-ristorante, che offriva ininterrottamente beveraggi vari, tra cui la tanto consumata birra, che servita in simpatiche caraffe verdi da litro veniva portata legata in vita dai tanti come trofeo per dimostrare il grado di ebbrezza…

Oltre a questo aspetto folcloristico si potevano consumare le ottime pietanze della tradizione Valtellinese come pizzoccheri, breasaola, polente e grigliate varie di carne. Il tutto veniva accompagnato dalla musica rock delle brave cover bands presenti che hanno suonato per tutto il fine settimana.
Durante il giorni del raduno, con partenza da Sondalo hanno preso il via diverse iniziative organizzate dal Moto Club Stelvio International, come la tradizionale salita di gruppo al Passo dello Stelvio, il passo più alto di Italia e la suggestiva parata notturna di luci per le strade intorno a Sondalo che con il passaggio di migliaia di motociclisti creava un vero e proprio anello luminoso in continuo movimento. Bellissimo!

LO STELVIO DALL’ALTO
Abbiamo anche avuto modo di fare un emozionante volo in elicottero sopra alle verdi montagne dove abbiamo ammirato le alte cime ancora innevate, che con le ottime condizioni climatiche ci han permesso di approfittare del migliore punto di vista per gustare appieno del panorama e per fare scattare qualche foto memorabile.
Camminando nei pressi del centro sportivo si aveva modo di partecipare ad una vera e propria fiera motociclistica con bancarelle di ogni tipo che esponevano di tutto; dagli articoli più comuni, che normalmente ti aspetti come: ricambi, caschi, abbigliamento, fino ad arrivare a preparatori di moto, motori, sospensioni o a chi vendeva ingegnose soluzioni elettroniche per prevenire i furti e per filmare le proprie escursioni in moto, o chi proponeva protezioni innovative ed interessanti come i jeans con inserti in kevlar e tasche per le protezioni che non lasciavano supporre che ci fosse all’interno tanto studio e tecnologia, ma che avevano spesso prezzi veramente interessanti.

Una gradita sorpresa è stata la possibilità di vedere e provare i nuovi modelli di alcune tra le più importanti case motociclistiche e la Maxilotteria, che metteva in palio, fra tutti gli iscritti alla 36esima edizione del Motoraduno Stelvio International, una fiammante Yamaha XJ6.
Il raduno si è concluso la Domenica guardando con tutta calma sul maxi-schermo il motomondiale dopodichè appagati dal weekend motoristico, sorridenti abbiamo preso con la dovuta calma la via del ritorno nella nostra calda città.

Autore: Marco Carloni

Tag: Eventi , bicilindriche , 1000 , 600 , raduni , accessori , curiosità , abbigliamento , turismo , viaggi , sponsor


Top