Tecnica

pubblicato il 10 luglio 2012

Videoguida Manutenzione Moto - La sostituzione del lubrificante

Come cambiare l'olio motore da soli senza sbagliare

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Videoguida Manutenzione Moto - La sostituzione del lubrificante  - anteprima 1
  • Videoguida Manutenzione Moto - La sostituzione del lubrificante  - anteprima 2
  • Videoguida Manutenzione Moto - La sostituzione del lubrificante  - anteprima 3
  • Videoguida Manutenzione Moto - La sostituzione del lubrificante  - anteprima 4
  • Videoguida Manutenzione Moto - La sostituzione del lubrificante  - anteprima 5
  • Videoguida Manutenzione Moto - La sostituzione del lubrificante  - anteprima 6

La sostituzione dell’olio motore è sicuramente l’operazione più importante per mantenere la propria moto in perfetta efficienza. Gli intervalli a cui è necessario cambiare l’olio variano dai 5.000 ai 12.000 chilometri. Per scoprire quando dovete intervenire sulla vostra moto consultate il manuale d’uso e manutenzione. In molti casi il produttore consiglia di sostituire il filtro ogni due cambi olio ma, visto il costo ridotto del ricambio, vi consigliamo precauzionalmente di cambiare il filtro ad ogni sostituzione del lubrificante.

GLI ATTREZZI NECESSARI
Per eseguire correttamente la sostituzione del lubrificante sono necessari pochi ma importanti utensili, tra cui delle chiavi esagonali, chiavi a brugola, la dinamometrica, pinze e cacciaviti. Non dimenticate poi una chiave a tazza o a nastro per smontare il filtro olio e un contenitore dove raccogliere il lubrificante esausto. Non dimentichiamo, però, di proteggere la pelle, indossando i guanti.

SCARICO OLIO A MOTORE CALDO
L’operazione di cambio dell’olio va eseguita a motore caldo, in modo da facilitare la fuoriuscita del lubrificante che con la temperatura diventa più fluido. Iniziamo togliendo il tappo di carico olio e svitando la vite di drenaggio, solitamente posta nel punto più basso del carter motore.
Togliamo quindi il tappo di scarico per far fuoriuscire il lubrificante esausto. Fate attenzione, in questa fase, a non scottarvi e a non far cadere il tappo nella bacinella.

FILTRO IN CARTA O A CARTUCCIA?
Passiamo quindi a rimuovere il vecchio filtro dell’olio. La maggior parte delle motociclette è dotata di un elemento a cartuccia, facilmente identificabile, che va svitato con una chiave apposita. In alternativa il vostro motore potrebbe avere un filtro in carta, nascosto da un tappo avvitato. Se avete dubbi consultate il manuale d’uso e manutenzione della vostra moto. Anche in questo caso state attenti a non scottarvi.
Per aiutarvi nella scelta del miglior lubrificante per il vostro motore, vi consigliamo di leggere con attenzione le specifiche che il costruttore ha indicato sul libretto di uso e manutenzione.
Non limitatevi ad acquistare un olio della stessa viscosità, indicata sul libretto, ma sinceratevi che abbia la classificazione minima API indicata dal costruttore e che sia adatto ad essere impiegato in motori motociclistici in cui anche la frizione è lubrificata con l’olio motore.
Mentre l’olio defluisce dal basamento, prendete il tappo di scarico e pulitelo con cura. Al suo interno troverete un magnete che si occupa di catturare l’eventuale limatura metallica che si genera con l’usura degli organi interni.

Alcune moto hanno un secondo filtro realizzato con una retina metallica che trattiene le impurità più grosse. Va smontato, pulito con cura e soffiato con aria prima del rimontaggio.
Riavvitate il tappo di scarico olio, dopo aver cambiato la guarnizione di tenuta, e serratelo alla coppia prescritta dal costruttore con la chiave dinamometrica.
Se la vostra moto ha il filtro a cartuccia, prendete il ricambio nuovo, ungete il labbro di tenuta con un po’ d’olio, e avvitatela a mano fino al contatto con il basamento. Vi consigliamo anche di riempirla un po’ in modo da ridurre la possibilità che il motore giri con poco olio al primo avviamento. Se avete a disposizione una chiave a tazza, serrate il filtro alla coppia prescritta. In alternativa, stringetelo a mano facendogli compiere ancora un giro.
Se la vostra moto ha il filtro in carta, pulite il suo alloggiamento, cambiate la guarnizione di tenuta e montate quello nuovo serrando il coperchio alla coppia prescritta.

RIEMPIMENTO
Non vi resta che riempire il motore con l’olio nuovo, nella quantità prevista dal costruttore sul libretto di uso e manutenzione. Serrate il tappo e avviate il motore. La spia sul cruscotto deve spegnersi in pochi istanti, altrimenti qualcosa non è andato per il verso giusto. Lasciate girare il motore per un po’, poi spegnetelo e aspettate qualche minuto che il livello si assesti.
Il livello dell’olio è corretto quando con il motore caldo è compreso tra il minimo e il massimo. Non riempite mai il motore oltre il livello indicato. Non vi resta che controllare che non ci sia nessuna perdita o trafilaggio e potete partire per un giro di prova!

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Tecnica , bicilindriche , 1000 , naked , enduro , quadricilindriche , 600 , cross , tecnica , automatiche , sicurezza , fuoristrada , freni , manutenzione


Top