Tecnica

pubblicato il 2 luglio 2012

ABS di serie su tutte le BMW dal 2013

La decisione fa parte del concetto "Sicurezza a 360°" di BMW

ABS di serie su tutte le BMW dal 2013
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW Motorrad \
  • BMW Motorrad \
  • BMW Motorrad \
  • BMW Motorrad \
  • BMW Motorrad \
  • BMW Motorrad \

La sicurezza in moto è un concetto che, per il colosso di Monaco, si attua in tre passi. La Casa dell’Elica, che storicamente è stata la più impegnata per promuovere i concetti di sicurezza attiva e passiva, identifica oggi i suoi sforzi riassumendoli sotto un unico claim: "Sicurezza a 360°".
Sono tre i punti di vista che BMW ha identificato come i capisaldi fondamentali per perseguire la sicurezza sulle due ruote; punti fermi che sono diventati parte della strategia aziendale e sono:
• Tecnologia per la sicurezza attiva della motocicletta;
• Sicurezza passiva nell’equipaggiamento del pilota;
• Sicurezza attraverso un training adeguato del pilota.

ABS DI SERIE SU TUTTE LE MOTO 2013
L’importanza dedicata agli aspetti della sicurezza sta finalmente diventando di attualità anche a livello politico in tutta Europa, e la Commissione Europea ha al vaglio molte proposte lanciate dai costruttori per far diventare l’ABS obbligatorio a partire dal 2016. A quanto pare, però, molti costruttori stanno pensando di "fare cartello", anticipando le scadenze e proponendo l’ABS di serie sulle moto già dalla prossima stagione e la BMW, ovviamente, vuole arrivare prima a tagliare questo traguardo.
Giova infatti ricordare che già nel 1988 l’azienda bavarese presentò le prime motociclette al mondo con ABS (le serie K), l’equipaggiamento tecnologico che offre tuttora il più significativo incremento della sicurezza.
Adesso segue il secondo passo logico: a partire dal model-year 2013, BMW Motorrad avrà l’ABS di serie su tutte le sue motociclette. L’azienda agisce così in modo proattivo e anticipa l’obbligo di dotare tutte le motociclette di nuova immatricolazione del sistema ABS, che entrerà probabilmente in vigore nell’Unione europea a partire dal 2016. I primi modelli nuovi con ABS di serie saranno le bicilindriche F 700 GS e F 800 GS.

SICUREZZA ATTRAVERSO LA TECNOLOGIA INNOVATIVA
I concetti di sicurezza attiva di BMW, ovviamente, non si limitano all’ABS ma, come sappiamo, affrontano un po’ tutti gli aspetti della dinamica del veicolo. Storicamente BMW fu pioniera in questo campo, introducendo nel 1937 la forcella telescopica, che all’epoca fu vera rivoluzione. Negli anni Ottanta e Novanta, poi, seguirono ulteriori pietre miliari, come la sospensione posteriore Paralever e l’anteriore Telelever.
Nel 2004 la BMW introdusse il Duolever, una rivisitazione del celebre quadrilatero articolato di Norman Hossack, famoso per la sua precisione di guida unita ad un’elevata stabilità.
Nello stesso anno BMW lanciò la regolazione elettronica delle sospensioni ESA che poi è evoluto nell’ESA II, e che presto potrebbe essere protagonista di ulteriori sviluppi.
Un’altra pietra miliare venne introdotta nel 2009 con il controllo dinamico della trazione Dynamic Traction Control DTC che rappresentava un ampliamento dell’Automatic Stability Control ASC (disponibile dal 2006).

L’ultima novità in termini temporali, riguarda i sistemi di illuminazione, con il primo impianto di fari adattivi lanciato su una moto, con i modelli K 1600 GT e K 1600 GTL, immessi sul mercato nel 2011.
Il futuro della sicurezza attiva di BMW passerà attraverso nuove interpretazioni di concetti già noti e tramite l’introduzione delle più recenti tecnologie elettroniche. Il sistema di regolazione delle sospensioni ESA II, evolverà nel Dynamic Damping Control DDC, mentre presto dovrebbe vedere la luce il sofisticato "Progetto ConnectedRide".

SICUREZZA ATTRAVERSO L’ABBIGLIAMENTO PROTETTIVO
Offrire il massimo livello di comfort al pilota e minimizzare le possibili conseguenze di un incidente dotando il guidatore di un abbigliamento sicuro: anche questi aspetti godono da decenni della massima priorità in BMW Motorrad. Già nel 1976 BMW sviluppò internamente ed introdusse il primo casco costruito secondo principi di sicurezza moderni. Nel 1978 BMW fu il primo costruttore di motociclette del mondo a presentare una collezione completa di "rider’s equipment". Oltre alle protezioni NP per le tute da moto, sviluppate negli anni successivi, e agli stivali e guanti ottimizzati a livello di sicurezza, la protezione del pilota è aumentata anche grazie al Neck Brace System che debuttò nel 2007.

SICUREZZA ATTRAVERSO L’ISTRUZIONE
La terza sfaccettatura del principio "Sicurezza a 360°" riguarda i training di base e di perfezionamento per i piloti: infatti, chi guida meglio viaggia più sicuro. BMW Motorrad offre dei corsi di guida stradali, fuoristrada e in circuito, condotti da istruttori certificati.

I singoli programmi considerano sia le capacità del pilota, dal principiante fino al motociclista più esperto, come anche le differenti discipline, dall’enduro sullo sterrato fino all’esperienza motociclistica sulle strade pubbliche e alla guida sul circuito orientata alla performance.

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW Motorrad \
  • BMW Motorrad \
  • BMW Motorrad \
  • BMW Motorrad \
  • BMW Motorrad \
  • BMW Motorrad \
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW Motorrad \
  • BMW Motorrad \
  • BMW Motorrad \
  • BMW Motorrad \
  • BMW Motorrad \
  • BMW Motorrad \

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Tecnica , bicilindriche , 1000 , quadricilindriche , 600 , accessori , curiosità , abbigliamento , mercato , protezioni , tecnica , caschi , tecnologia , sicurezza , anticipazione , incidenti , abs , eicma 2012


Top