Sport

pubblicato il 29 giugno 2012

Sardegna Rally Race 2012: vittoria di Jordi Viladoms!

Alessandro Botturi secondo, terzo Marc Coma, Campione WCCR

Sardegna Rally Race 2012: vittoria di Jordi Viladoms!

Si è concluso poche ore fa la quinta edizione del Sardegna Rally Race 2012 con la vittoria di Jordi Viladoms, pilota che per la prima volta appone il suo sigillo su una prova del Campionato del Mondo, a cui partecipa dal 2006. Nel finale quasi rocambolesco del Rally di Bike Village Alessandro Botturi scavalca Marc Coma, relegando il Campione spagnolo, che aveva vinto le due edizioni del Rally, al terzo posto. È il primo successo del Bordone-Ferrari Racing Team che oggi, a Castiglion Fiorentino dove si corre il Mondiale Enduro, presenta la sua prima Moto da Rally.

La quinta e ultima tappa non poteva di fatto essere una formalità, poiché lo sviluppo agonistico del Rally aveva lasciato socchiuse le porte di più di uno scenario finale. Lasciato il manicomio criminale dell’Arbatax Park, dunque, l’ultima fatica del Sardegna Rally Race ha portato la tensione agonistica su un livello ancora superiore. Il programma era serrato: 255 chilometri in totale, due Prove Speciali relativamente corte, posizioni ravvicinate tra i primi della classifica generale, ed una posta in palio di grande importanza e prestigio.

Il gran finale è da seguire da bordo ring. L’imperativo di Coma è attaccare, quello di Viladoms non commettere errori. Botturi ha un ordine di scuderia limitato al consiglio di non osare contro il rischio di mandare all’aria il secondo posto e rovinare tutto. Viladoms si attiene diligentemente al programma. Scorre velocissimo sulle note del road book quando inequivocabili, e rallenta vistosamente quando la navigazione è più difficile. Alle sue spalle Coma attacca e va incontro ai rischi d una navigazione meno attenta, obbligatoriamente subordinata alla necessità di erodere lo svantaggio. Nella prima Speciale Marc commette un errore di navigazione, e in quella successiva, l’ultima, la rottura del freno posteriore vanifica ogni residua speranza di successo.

Nel frattempo Alessandro Botturi è scatenato. Alla partenza della prima Speciale ha chiesto di vedere la classifica provvisoria, e l’ha studiata per un attimo. Ha socchiuso gli occhi e quindi sussurrato: "Io ci provo!". Qualcuno obietta: "Jordi Arcarons, il manager, non sarà contento". "Non importa, io sono fatto così!". Alla fine ha ragione lui, il colosso di Lumezzane. Botturi vince la prima Speciale e raggiunge, quindi supera Marc Coma nella seconda. Polverizzato il ritardo di un minuto e mezzo della vigilia, il posto d’onore sul podio di San Teodoro è suo. A Marc Coma resta la soddisfazione del terzo posto, che vale al catalano la conquista del quinto Titolo di Campione del Mondo con una prova di anticipo.

Al quarto posto, in ritardo di 12 minuti, il Campione del Mondo 2011, Helder Rodrigues, e al quinto e sesto due piloti che invertono l’ordine di arrivo dello scorso anno: Paolo Ceci e Stephane Peterhansel. Ma il Sardegna Rally Race premia anche Manuel Lucchese (Junior Under 25), Mauro Uslenghi, miglior Over 50 e 13° assoluto, e Andrea Mayer, compagna di Stephane Peterhansel, che vince la categoria Femminile. Lukasz Laskakiec è primo nella categoria Quad, e Matteo Graziani vince il Trofeo Over 450cc.

Jordi Viladoms: "Sono veramente contento di questo risultato. Questa vittoria, la mia prima in una prova Mondiale, è il frutto dell’ottimo lavoro di tutti. Desidero ringraziare i meccanici, Jordi Arcarons per l’ottimo allenamento svolto, Renato Ferrari e Nicoletta Elisa Altieri Bordone che hanno creduto in me. Oggi non ho fatto strategie particolari, ma ho affrontato al meglio ogni speciale, mantenendo la concentrazione e attaccando sempre".

Alessandro Botturi:"I sassi della Sardegna mi hanno aiutato, ricordandomi i percorsi del Bresciano, a casa mia. Sono molto soddisfatto di questo risultato. Sono partito con l’obiettivo di attaccare, ho fatto molto bene nella prima speciale, mentre nella seconda ci siamo un po’ persi, ma nonostante questo sono riuscito a recuperare su Coma e ha chiudere secondo. Per la prima volta in Sardegna, non è andata male. Sono soddisfatto anche di aver vinto il Raid TT".

Marc Coma:"Il giorno non è iniziato proprio bene. Ho avuto un problema al nono chilometro nella prima speciale e il freno si è rotto. Da quel momento in poi ho scelto di preservare la mia posizione. Alla fine abbiamo perso la seconda posizione, ma la cosa importante per oggi era il titolo. Non si vincono cose come queste ogni giorno e essere Campione del Mondo per me significa molto. Ci sono molte persone dietro questo e il risultato non è una coincidenza. Voglio ringraziare tutti quelli che hanno lavorato per farmi ottenere questo risultato, perché sarebbe stato impossibile senza di loro".

CLASSIFICA FINALE
1, Jordi Villadoms, Spain, KTM, 11 hours 47 minutes 33.2
2, Alessandro Botturi, Italy, KTM at 9 minutes 38.69
3, Marc Coma, Spain, KTM at 10.47.03
4, Helder Rodrigues, Portugal, Yamaha at 12.12.21
5, Paolo Ceci, Italy, KTM at 14.36.22
6, Stephane Peterhansel, France, 20.53.55
7, Paulo Goncalves, Portugal, Husqvarna, 21.05.54
8, Gerard Farres, Spain, KTM, 24.8.92
9, Joan Pedrero, Spain, KTM, 24.58.92
10, M. Lucchese, Italy, Husaberg, 32.31.90

Autore: Redazione

Tag: Sport , enduro , personaggi , gare , fuoristrada , piloti , personaggi famosi , rally


Top