Sport

pubblicato il 19 giugno 2012

WSBK 2013: si corre in India

Contratto firmato per quattro anni con il Buddh International Circuit

WSBK 2013: si corre in India

I Campionati del Mondo di Motociclismo guardano con sempre più attenzione ai nuovi mercati emergenti, interessati ad ospitare i Gran Premi iridati.
L’espansione del WorldSBK verso nuovi scenari è già iniziata nel 2012, e proprio nei prossimi mesi assisteremo al primo GP di Russia, indetto per il 26 Agosto prossimo.
Il 2013, poi, vedrà altre due novità importanti per il WSBK, visto che dal prossimo campionato rientrerà in calendario la mitica gara di Sentul in Indonesia, dove non si correva da 15 anni e verrà aggiunto anche un evento in India.
La Infront Motor Sports, infatti, ha siglato un accordo con Jaypee Sports International Ltd (JPSI), una filiale dell'azienda indiana di ingegneria e costruzioni Jaypee Group, per ospitare una prova del Campionato Mondiale eni FIM Superbike sul Buddh International Circuit.
L'accordo ha durata di quattro anni, dal 2013 al 2016 e nella prossima stagione l'Indian Round del Campionato è programmato per il 10 marzo. Il Mondiale Superbike diventa quindi il primo campionato internazionale di motociclismo ad essere ospitato sul tracciato disegnato da Hermann Tilke nella regione di Greater Noida (Uttar Pradesh) vicino Delhi, dopo la Formula! Arrivata qui nel 2011.

Maurizio Flammini, Chairman di Infront Motor Sports, ha dichiarato: "Quando ho incontrato le persone di Jaypee ho avuto subito la sensazione di avere davanti persone molto professionali, all'interno di una società che può garantire un'organizzazione di successo per l'evento in India, anche se il Buddh International Circuit a quel tempo era ancora in costruzione. La mia impressione è stata confermata poi dal GP di Formula 1 che si è tenuto lì ad ottobre 2011 ed è stato uno dei migliori della stagione. Siamo certi che il FIM Superbike World Championship porterà un valore aggiunto al BIC e anche all'intero Paese, e viceversa. Inoltre, l'accordo offre a tutte le aziende partner, che supportano il nostro Campionato un'importante opportunità per la crescita dei propri marchi e del business sul mercato asiatico".

Paolo Flammini, Infront Motor Sports CEO, ha aggiunto: "L'inserimento del round indiano nel calendario del Mondiale eni Superbike 2013 rappresenta una grande opportunità per il nostro Campionato. L'India è oggi uno dei principali mercati mondiali per le moto, non solo per i numeri, ma anche in termini di crescita e miglioramento dell'offerta al consumatore. L'inserimento di questo round porterà a tutti i protagonisti del nostro Campionato grandi benefici e avrà un impatto significativo sulle Case produttrici".

Dopo aver siglato l'accordo il Managing-Director e CEO di JPSI Sameer Gaur ha dichiarato: "Siamo estremamente felici di annunciare che il prossimo anno accanto agli eventi di Formula 1 e FIA GT1 aggiungeremo il più emozionante campionato motociclistico, il Campionato Mondiale Superbike al BIC. In India ci sono moltissimi appassionati di moto. Sono sicuro che apprezzeranno molto la sfida sulla loro pista di livello Mondiale tra piloti di rilievo internazionale, come quelli della Superbike".

Rimaniamo in attesa di altre informazioni, quindi, per sapere quale potrebbe essere il calendario del Mondiale Superbike 2013, per capire se questi nuovi arrivi faranno passare il numero delle gare da 14 a 16, o se ci saranno alcuni appuntamenti che verranno eliminati in favore dei due nuovi GP nel Far East.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , 1000 , supersport , pista , superbike , anticipazioni , gare , autodromi , piloti , superstock


Top