Tecnica

pubblicato il 4 giugno 2012

Tourist Trophy 2012: ecco la MotoCzysz E1pc!

La Mugen Shinden inizia a tremare...

Tourist Trophy 2012: ecco la MotoCzysz E1pc!
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoCzysz E1pc - anteprima 1
  • MotoCzysz E1pc - anteprima 2
  • MotoCzysz E1pc - anteprima 3
  • MotoCzysz E1pc - anteprima 4
  • MotoCzysz E1pc - anteprima 5
  • MotoCzysz E1pc - anteprima 6

Torniamo a parlare di moto elettriche accostate al Tourist Trophy 2012, perchè sabato, oltre alla vittoria (la 18esima) di John McGuinness nella Dainese Superbike TT, hanno preso il via le prime prove libere della classe TT Zero. Il Segway MotoCzysz Racing Team ha presentato, proprio sabato, la MotoCzysz E1pc, moto evoluta della versione 2011 rivista nella aerodinamica ed in diversi componenti, tanto da assicurare oltre 200 CV e un pacco batterie da 14kWh per un peso di 238 Kg circa (20,4 Kg in meno della versione 2011).

Sarà questo il mezzo che se la vedrà contro la Mugen Shinden, anche se i piloti faranno la differenza: John McGuinness (Mugen) Vs Michael Rutter (Campione 2011). Saranno due le moto schierate dalla MotoCzysz, ed il secondo pilota sarà Mark Miller. Entrambi avranno la stessa moto a disposizione e cercheranno di infrangere il muro delle 100 mph e vincere le 10.000 Sterline messe in palio dal Governo dell'Isola di Man.

Ora è stata rivista la parte sotto il serbatoio, modifica che ha permesso di lavorare sulle piastre forcella e sul monoammortizzatore, posizionando questi componenti in maniera diversa. Sono stati rivisti diversi particolari elettrici che hanno incrementato l'efficienza, oltre ad assicurare un'accessibilità superiore e una miglior centralizzazione delle masse. Questa versione poi, rispetto alla 2011, sfrutta sempre un un telaio in carbonio, mentre il link del forcellone è il metallo, in modo da poter affrontare gli scollinamenti (dove si salta...) senza problemi di eventuali cedimenti strutturali. Le batterie ora, non sono più due pacchi, ma uno solo.

Grazie agli amici di Asphalt&Rubber vi proponiamo ciò che ha dichiarato il CEO e il Team Principal di MotoCzysz, Michael Czysz: "Ci siamo concentrati nei punti giusti che ci avrebbero permesso di essere più veloci. Avevamo già un buon drive system, un buon telaio e buone sospensioni, così ci siamo concentrati su ciò che non avevamo sviluppato bene, l'aerodinamica. Avevamo già provato qualche modifica l'anno scorso, ma non avevamo mai studiato bene la cosa, 'passavamo' su alcuni problemi. Sono diverse le modifiche effettuate sui connettori... piccole modifiche che però fanno la differenza. Così possiamo arrivare a 100, 102 o forse anche 104 mph di media quest'anno. Sarà difficile aggiungerne altre 5 l'anno prossimo, e ulteriori cinque per il 2014. I primi due anni è stato facile 'metter mano', il margine di miglioramento era alto, ma quest'anno i particolari da affinare erano pochi. A livello fisico – continua Michael Czysz – la batteria è più grossa, ma questo perchè abbiamo effettuato altre modifiche. La presa d'aria è maggiore quest'anno, quindi abbiamo lavorato di conseguenza. Ora le batterie si raffreddano meglio grazie alla modifica effettuata. Siamo molto in contatto con i piloti, c'è feeling, e questo alla lunga ripaga".

Foto: Copyright Asphalt&Rubber

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Tecnica , pista , personaggi , gare , piloti , personaggi famosi , emissioni zero , moto elettriche , tourist trophy , tourist trophy 2012


Top