Sport

pubblicato il 4 giugno 2012

Moto2 2012: Iannone torna a vincere

Finalmente l'Italiano è di nuovo sul primo gradino del podio

Moto2 2012: Iannone torna a vincere

Bellissima gara quella della classe Moto2 a Barcellona. A vincerla dopo un appassionante battaglia è stato Andrea Iannone, che con autorevolezza è riuscito a battere Thomas Luthi e Marc Marquez, autore della pole. È la prima vittoria del 2012 per l’abruzzese che porta in alto la Speed Up del Team Speed Master.
Andrea era partito con la motivazione alle stelle e finalmente sembra aver avuto ragione del setup della sua nuova ciclistica con una vittoria perentoria: Andrea è stato in testa per tutta la gara, rispondendo ai continui attacchi di Marquez con altrettanti sorpassi decisi.
Nella seconda parte di gara, i pretendenti alla prima posizione sono cresciuti di numero, con Thomas Luthi e Pol Espargarò che si sono aggiunti alla bagarre di testa fino a che un errore di Marquez a tre giri dal termine che ha tolto dalla lotta per la vittoria sé stesso ed Espargarò, che dopo un brutto contatto ha finito la gara nella sabbia.

Negli ultimi due giri Thomas Luthi ha tentato il tutto per tutto andando all’attacco del nostro Iannone, che ha risposto senza paura con una staccata incredibile in fondo al rettilineo.
Una vittoria che vale doppio, visto che Andrea l’ha conquistata in casa di Marquez, favorito per il titolo 2012 e che rivoluziona la testa del campionato. Espargarò infatti perde la leadership in favore di Luthi e diventa terzo, mentre Marquez resta secondo e il nostro Iannone che è ancora quarto ma riduce di molto il distacco dalla vetta.
Il suo commento è stato: "Volevo vincere qui in Spagna e ci sono riuscito. Sono partito per Barcellona con questo obiettivo e abbiamo lavorato molto duramente. Abbiamo ancora qualcosa da recuperare rispetto agli altri, ma io ho dato tutto in ogni singolo giro, ci ho provato per tutta la gara e credo di essere stato bravo a tenere tutti dietro anche se gli altri in alcuni punti della pista sembravano avere qualcosa in più".

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , 600 , pista , gare , autodromi , piloti , moto2


Top