Attualità e Mercato

pubblicato il 29 maggio 2012

Terremoto in Emilia: evacuata la Ducati

La scossa di stamattina è stata forte: tutti i dipendenti a casa

Terremoto in Emilia: evacuata la Ducati

Sembra non esserci un attimo di pace per l’Emilia Romagna, colpita da uno sciame sismico che da quasi dieci giorni sta seminando panico e distruzione.
Stamattina attorno alle 9.00 l’ultima forte scossa di magnitudo 5,8 della scala Richter con epicentro tra Medolla, Mirandola e Cavezzo, ha fatto tremare tutto il nord Italia, da Milano al Trentino, ed è stata avvertita anche in Toscana. Secondo i carabinieri, leggiamo sul Resto del Carlino, ci sarebbero nove morti in Emilia che portano il bilancio dei decessi a sedici dall’inizio dei fenomeni sismici.

PAURA IN DUCATI: EVACUATA L’AZIENDA
La paura è stata grande anche a Borgo Panigale, dove stamattina il terremoto si è sentito davvero forte. In Ducati il terremoto ha causato la rottura di alcune finestre e tutto il personale si è riversato immediatamente in strada. Fortunatamente, per quanto siamo stati in grado di sapere, visto che le linee telefoniche sono bloccate, non si è riscontrato alcun ferito, e l’azienda ha deciso per scopi precauzionali di mandare tutti a casa in attesa dei controlli ai fabbricati da parte delle Forze dell’Ordine.
Rimaniamo costantemente in contatto con l’Emilia Romagna e la Ducati, e vi informeremo tempestivamente di eventuali sviluppi.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Attualità e Mercato , bicilindriche , 1000 , 600 , superbike , mercato , anticipazioni , editoriale , lavoro


Top