Attualità e Mercato

pubblicato il 28 maggio 2012

Terremoto in Emilia: anticipata l'apertura della Variante di Mirandola

Passera e Ciaccia: "Vicini a cittadini e imprese, impegno per superare difficolta'"

Terremoto in Emilia: anticipata l'apertura della Variante di Mirandola

Il terremoto in Emilia Romagna ha fortunatamente causato solo danni leggeri alla viabilità. Lo scorso sabato 26 maggio, però, è’ stata anticipata l’apertura al traffico di un tratto della nuova Variante di Mirandola sulla S.S. 12. L’intera arteria stradale sarà aperta completamente nel corso di questa settimana.
Il Governo, raccogliendo le richieste delle Autorità locali di migliorare la viabilità a seguito del recente sisma che ha colpito l’Emilia, ha chiesto all’Anas di aprire al traffico il tratto compreso tra lo svincolo Sud e lo svincolo di via di Mezzo nel comune di Mirandola. La circolazione consente in questo modo di liberare dal traffico il tratto di strada che corre limitrofo alla Chiesa di S. Giacomo, gravemente danneggiata dal sisma, e situato a ridosso della S.S. 12 "dell’Abetone e del Brennero" nel tratto di traversa interna del comune emiliano.
La Variante di Mirandola (1° lotto), che si sviluppa dal chilometro 209,505 al chilometro 217, ha una lunghezza complessiva di 6,8 chilometri e ha previsto la realizzazione di due ponti, due viadotti e due cavalcavia. L’infrastruttura ha richiesto un investimento complessivo di 9,3 milioni di euro.

Per il ministro dello Sviluppo economico, delle Infrastrutture e dei Trasporti Corrado Passera: "anche questo è un modo per stare vicini a una comunità che sta attraversando un momento di forte difficoltà a causa del sisma. L’apertura anticipata della variante di Mirandola consentirà di alleggerire notevolmente il traffico di mezzi leggeri e pesanti che attraversa diversi comuni della zona. La variante inoltre – prosegue il ministro - collegherà in modo più efficace il sistema metropolitano e industriale di Modena alle aree del mantovano e del veronese. E’ importante che il sistema economico e industriale di questa zona torni a produrre e a lavorare a pieno regime. Il Governo farà la sua parte perché questo accada nel più breve tempo possibile" ha concluso Passera.

"Si tratta di un importante sforzo organizzativo per agevolare le popolazioni colpite dal sisma in Emilia" ha commentato il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti Mario Ciaccia. "L’apertura in anticipo di una parte della nuova Variante di Mirandola sulla S.S. 12 dell’Abetone e del Brennero migliorerà non solo le condizioni della circolazione, ma sarà anche un passo in avanti per la qualità della vita dei residenti".

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Attualità e Mercato , strada , 1000 , 600 , curiosità , varie , editoriale , lavoro


Top