Curiosità

pubblicato il 22 maggio 2012

Williams Deliver-E Trike

Arriva dall'Australia e vuole rivoluzionare il lavoro dei postini

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Williams Deliver-E Trike - anteprima 1
  • Williams Deliver-E Trike - anteprima 2
  • Williams Deliver-E Trike - anteprima 3
  • Williams Deliver-E Trike - anteprima 4
  • Williams Deliver-E Trike - anteprima 5
  • Williams Deliver-E Trike - anteprima 6

Pensateci un attimo: se state leggendo un magazine di motociclette si presume che siate appassionati di moto e che quindi siete persone che vanno in moto per piacere. Detto ciò potreste anche passare oltre visto che in questo articolo si parla essenzialmente di un mezzo da lavoro, ma fermatevi un secondo a pensare a chi in moto ci deve andare per ragioni di servizio, e magari ha paura o, semplicemente, non è interessato a usare le due ruote.
Un pensiero simile a questo dovrebbe esser passato per la mente di un inventore australiano Simon Williams che si è messo nei panni dei postini dell’emisfero sud, costretti a circolare tutto il giorno su dei vetusti Honda CT110, immaginando di facilitare la vita di chi lavora su due ruote inventando un trike elettrico snodato, in grado di piegare come una motocicletta.

18 MESI DA POSTINO
Quando abbiamo scritto che Williams si è messo nei panni dei postini era del tutto vero, visto che per progettare un veicolo espressamente destinato ai portalettere, Simon ha lasciato il suo posto di lavoro e ha fatto per 18 mesi il postino, in modo da comprendere al meglio le esigenze professionali.
Poi, sedutosi davanti al computer, ha progettato il Deliver-E, un trike elettrico che piega in curva ma sta in piedi da solo in parcheggio, anche su terreni inclinati.
Durante la sua esperienza da postino, Williams si è reso conto che gli Honda CT110 sono rumorosi, faticosi da issare sul cavalletto centrale, e che quando sono molto carichi sono difficilissimi da parcheggiare su terreni in pendenza perché facilmente cadono.

DUE MOTORI/RUOTA E RETROMARCIA DI SERIE
Il Deliver-E è dotato di due motori elettrici, montato ognuno in una ruota posteriore, e la trazione è, ovviamente, monomarcia in modo da eliminare la necessità di cambiare le marce. Trattandosi di motori elettrici, poi, è sufficiente invertire la polarità per avere un veicolo con la marcia indietro, altra caratteristica apprezzata dai postini che devono fare manovra con moto cariche di lettere.
Il sistema di inclinazione del veicolo è essenzialmente meccanico, e può essere bloccato in qualsiasi posizione, in modo da consentire il parcheggio pressoché ovunque.

Il prototipo del Deliver-E pesa 120 kg, ha una velocità massima di 80 km/h e un’autonomia di almeno 60 km. L’energia a bordo è stivata in un pacco di 16 batterie Li-ion che si carica all’80% in un'ora, e al 100% in tre ore. Il sistema di controllo motore attua la funzione di frenata rigenerativa per prolungare la durata della batteria. Il progetto di Simon Williams è completo anche della fase di industrializzazione, e l’inventore ha stimato anche che in produzione ciascun trike richiederà solo cinque ore per l’assemblaggio.
Ora che il prototipo è pronto, Williams sta affrontando la parte più difficile del suo progetto: trovare i soldi per portare il suo trike alla commercializzazione: "Sono alla ricerca di un investitore, e questa sta rivelandosi la parte più difficile di tutto il progetto. Costruire la moto era la parte facile - ha detto - ma non appena avrò un supporto economico tutto potrà procedere speditamente".
Noi gli auguriamo fortuna e, se fosse in Italia, gli consiglieremmo di certo di chiedere aiuto al sindacato dei postini!

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Curiosità , curiosità , mercato , tecnica , tecnologia , trike , automatiche , emissioni zero , lavoro , moto elettriche


Top