Sport

pubblicato il 18 maggio 2012

MotoGP 2012, Le Mans, Libere 1: Stoner mette tutti in riga

Mezzo secondo su Pedrosa, Lorenzo è sesto, Rossi decimo

MotoGP 2012, Le Mans, Libere 1: Stoner mette tutti in riga

Ieri aveva assicurato che la decisione di appendere il casco al chiodo a fine anno non avrebbe fatto venire meno le sue motivazioni ed oggi Casey Stoner ne ha dato subito una grande conferma. Il leader della classifica iridata è stato il mattatore della prima sessione di prove libere del GP di Francia, a Le Mans. L'australiano ha messo la sua Honda davanti a tutti fin dai primi minuti e nel finale ha stampato un 1'34"321 con cui ha tenuto tutti decisamente a distanza.

Basta pensare che la RC213V gemella di Dani Pedrosa, che lo segue in seconda posizione, è staccata di quasi sei decimi. Il primo tra i piloti Yamaha invece ne paga addirittura quasi otto e la sorpresa è che non si tratta di Jorge Lorenzo, ma di Andrea Dovizioso. Il pilota italiano è terzo, tallonato a poco più di un decimo dalla M1 ufficiale di Ben Spies, mentre a sorpresa la top five si conclude con la Ducati GP12 satellite di Hector Barbera, bravo a contenere in appena otto decimi il suo ritardo dalla vetta.

Solo sesto invece Lorenzo, che è parso piuttosto nervoso: lo spagnolo si è anche reso protagonista di un cambio di tuta durante la sessione e per ora non ha trovato il bandolo della matassa della messa a punto della sua moto, chiudendo a quasi 1" da Stoner. Per trovare le due Ducati ufficiali bisogna scalare la classifica fino al nono ed al decimo posto. Questa volta Nicky Hayden è tornato davanti a Valentino Rossi, riuscendo a staccare di mezzo secondo il "Dottore", che proprio qui ha conquistato il suo unico podio in Rosso un anno fa.

Davanti alle due Desmosedici si sono inseriti anche Cal Crutchlow ed Alvaro Bautista, che entrambi hanno preceduto Hayden per appena una manciata di millesimi. Per quanto riguarda le CRT, la miglior prestazione è stata quella di Randy De Puniet, 13esimo assoluto a solo mezzo secondo dall'ultima della MotoGP, che è quella di Stefan Bradl.

Tra le moto dotate di motori derivati di serie bisogna segnalare anche le cadute, fortunatamente senza particolari conseguenze, di cui si sono resi protagonisti Michele Pirro ed Aleix Espargaro. Molto attardato, infine, il rientrante Chris Vermeulen, che questo fine settimana sostituisce l'infortunato Colin Edwards sulla Suter-BMW del Forward Racing.

[Foto: MotoGP.com]

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , 1000 , motogp , pista , personaggi , gare , piloti , personaggi famosi , crt


Top