Sport

pubblicato il 13 maggio 2012

WSBK 2012, Donington, Gara 1: Melandri regala la prima vittoria alla BMW

Haslam completa la doppietta tedesca vincendo la battaglia con Sykes, Rea e Biaggi

WSBK 2012, Donington, Gara 1: Melandri regala la prima vittoria alla BMW

A Donington la BMW domina Gara 1. Marco Melandri e Leon Haslam firmano la prima doppietta della casa tedesca in campionato. Il podio viene completato da Tom Sykes, che conquista la terza posizione davanti a Jonathan Rea e Max Biaggi dopo essersi dati battaglia per tutta la gara.

Alla partenza Sykes, Haslam, Melandri e Biaggi guadagnano già un notevole distacco dal resto dei corridori, distacco che manterranno fino alla fine della manche. Sykes è il primo a conquistare la testa della gara, ma non riesce comunque ad allontanarsi da Haslam. Infatti, dopo pochi giri dalla partenza, l'altro pilota britannico conquista la prima posizione a discapito del pilota del Kawasaki.

Nel frattempo Melandri e Biaggi lottano per la terza posizione. I due piloti italiani si danno battaglia per tutta la prima metà della gara, ma alla fine vede vincente il pilota ravennate che in un sorpasso ardito alla curva Goddard's, che vede anche un leggero contatto tra i due, passa Biaggi e si lancia all'inseguimento di Sykes e Haslam.

Il protagonista della gara diventa Melandri che inizia una battaglia a 4 tra lui stesso, Haslam, Sykes e Biaggi, sfida che vede tutti puntare alla prima posizione. I quattro corridori non si rilassano neanche per un secondo e non si risparmiano attacchi e sorpassi ad ogni curva. Nel frattempo si unisce al gruppo anche Rea, distaccando Carlos Checa che lo seguiva sin dall'inizio della gara.

A pochi giri dalla fine Melandri conquista finalmente la testa della gara passando Haslam e lasciando Biaggi e Sykes a lottare per la terza posizione. Ma Leon, figlio d'arte del grande Ron Haslam, fa un grande errore alla chicane The Esses. Frenando troppo tardi Haslam finisce nella via di fuga interna, seguito in questa escursione sull'erba da Biaggi che probabilmente usava il pilota inglese come punto di riferimento per le frenate.

L'errore di Haslam e Biaggi permette a Melandri di distaccare ancora di più gli inseguitori, mentre Sykes e Rea conquistano la terza e quarta posizione rispettivamente.
Il resto della gara vede i cinque protagonisti di questa battaglia, lunga quanto tutta la manche, mantenere le loro posizioni nonostante i ripetuti tentativi di sorpasso degli avversari.

Il finale vede Melandri e Haslam chiudere la doppietta del team BMW Motorrad Motorsport davanti alla Kawasaki di Sykes, alla Honda di Rea e all'Aprilia di Biaggi.

Autore: Paolo Costa

Tag: Sport


Top