Sport

pubblicato il 12 maggio 2012

WSBK 2012, Donington, Superpole: Tom Sykes bastona tutti!

Fantastica prestazione del Cavaliere di Akashi, solo Haslam riesce ad avvicinarlo

WSBK 2012, Donington, Superpole: Tom Sykes bastona tutti!

Vola Tom Sykes a Donington. Il pilota di Huddersfield sta veramente vivendo un momento fantastico ed il feeling con la sua Kawasaki ZX-10R è totale.

Durante la terza parte della Superpole, quella dove si metteva veramente in gioco la prima posizione, Sykes è parso non dare nemmeno troppo peso alla cosa e danzando tra i saliscendi del fantastico tracciato inglese ha pennellato un 1'27"716 irraggiungibile per tutti. E poi, tranquillamente, se n'è tornato ai box aspettando che passasse il tempo.

Poco importa che alla fine Leon Haslam sia riuscito ad avvicinarsi fino a 148 millesimi da lui, unico altro capace di scendere sotto l'1'28"0 che era il precedente record della pista per le Superbike, perché il suo tempo è arrivato di voglia, di rabbia, di spinta... non per questo meno valido, ma con tutto un altro atteggiamento rispetto alla verdona.

Terza si è piazzata un'altra BMW S1000 RR, quella di Marco Melandri, staccata di quasi mezzo secondo dalla vetta, che scatterà affiancata dall'Aprilia di Max Biaggi.

Il romano è parso più in difficoltà con la gomma da tempo che con quella da gara, e difatti è con la seconda che è riuscito con le unghie ad agguantare la prima fila, scavalcando la Ducati 1098R di Sylvain Guintoli nel suo secondo tentativo. La RSV4 si muoveva tanto e in maniera nervosa nella seconda parte del circuito, probabilmente la gomma più dura offre alla creatura di Noale meno grip ma maggiore possibilità di aprire gradualmente la manopola del gas.

Chiudono la seconda fila Jonathan Rea, Leon Camier e Jakub Smrž, che non è stato in grado di replicare le prestazioni che aveva ottenuto nelle due qualifiche, in cui entrambe le volte aveva fatto segnare il miglior tempo. Anzi, il ceco alla fine ha preso un secondo pieno da Sykes.

Stupisce Carlos Checa, addirittura escluso dalla Superpole 3 a causa del colpo di reni di Biaggi per rientrare nei primi otto che ha fatto scivolare lo spagnolo fuori dalle prime due file. La Ducati Althea soffre di mancanza di grip, e Carlos pare dubbioso sulla possibilità di risolvere il problema per domani.

Dietro di lui chiude la top 10 Ayrton Badovini, che invece dà l'impressione di mancare qualcosa in termini di velocità pura, ma di essere in possesso di un bell'assetto per la gara.

Autore: Fulvio Cavicchi

Tag: Sport


Top