Attualità e Mercato

pubblicato il 11 maggio 2012

Passo Forcola: al via la circolazione!

Svalicare a 2.315 metri? Ora si può! Il pedaggio allo Stelvio salta

Passo Forcola: al via la circolazione!

L'inverno appena passato è sicuramente stato archiviato. Nella cartella dei file, è però inserito con la dicitura "capriccioso". Il perchè è presto detto: poca neve ad inizio stagione e... abbondante manto nevoso in primavera. E se non è certo stato il più bizzarro, beh, sicuramente ha creato e sta creando diversi grattacapi ai motociclisti che vorrebbero passare il week-end su è giù per i passi alpini!

Ora vi forniamo una bella notizia, soprattutto per chi questo fine settimana... non sa dove andare, o che strada fare (in particolare se pensa che questa sia... chiusa!). La risposta è Livigno, il motivo è presto detto, tutte e tre le porte per arrivare al "piccolo Tibet" sono aperte: oltre al Passo Foscagno e al Tunnel Munt La Schera, a partire da ieri è aperto ufficialmente anche il Passo Forcola, il valico che durante l'estate consente la viabilità tra Livigno e la Svizzera.

Nessun problema dunque nemmeno per il 36° Motoraduno Stelvio International Metzeler (andrà in scena dal 29 giugno al 1° luglio 2012 N.d.R.), i centauri potranno quindi scegliere proprio il Passo Forcola per raggiungere il più grosso motoraduno delle Alpi.

PASSO DELLO STELVIO
Cogliamo poi l'occasione per offrirvi un'altra bella notizia. Ricordate quando abbiamo parlato dell'introduzione del pedaggio sul Passo dello Stelvio sul versante altoatesino? Bene, almeno per quest'anno, non ci sarà alcun "bollino" da appicciare sul fanale della vostra amata! A rivelarlo è il governatore Luis Durnwalder; pare che ci siano stati dei ritardi nella fornitura delle macchinette distributrici dei bollini (per fortuna...!). In tutto questo il Presidente della Provincia ricorda che negli ultimi anni sono stati spesi 23 milioni di euro per la manutenzione della strada, e che i soldi raccolti con "i bollini" saranno investiti proprio per questo, oltre a migliorare il trasporto pubblico e l'ambiente nella zona. Insomma, almeno per quest'anno, non si paga!

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Attualità e Mercato , strada , curiosità , varie , turismo


Top