Sport

pubblicato il 6 maggio 2012

MotoGp 2012, Estoril: Stoner piega Lorenzo

Seconda vittoria di fila dell'australiano, che passa in testa al Mondiale

MotoGp 2012, Estoril: Stoner piega Lorenzo

Casey Stoner ha vinto il Gp del Portogallo a modo suo: dominando. Guardando la classifica finale potrebbe anche non sembrare così, visto il vantaggio risicato nei confronti del rivale Jorge Lorenzo, ma l'australiano ha preso il comando alla seconda curva ed ha mantenuto la leadership per tutti i 28 giri previsti ad Estoril.

Nell'arco del primo giro il due volte campione del mondo ha immediatamente messo 1"5 tra la sua Honda e la Yamaha di Lorenzo e poi ha amministrato al meglio la situazione. Anche quando lo spagnolo si è avvicinato nella parte centrale della corsa, Casey non ha perso la testa ed è riuscito a sempre a ritrovare lo strappettino necessario a creare un margine di sicurezza sugli inseguitori.

E' anche vero però che nel frangente in cui Lorenzo sembrava più veloce (ha fatto anche il miglior giro della gara, sotto all'1'37"), la sua Yamaha ha dimostrato di non avere lo spunto per duellare con la RC213V in rettilineo. Questo però non vuole togliere niente alla vittoria dell'australiano, che dà la sensazione di essere cresciuto molto anche a livello strategico e che va a prendersi anche la vetta della classifica del campionato per un punto.

Sul terzo gradino del podio è salito Dani Pedrosa (100esimo podio in carriera): lo spagnolo è rimasto nella scia dei primi due praticamente per tutta la gara, ma non è mai parso in grado di potersi inserire nella lotta per la vittoria. In questo momento, obiettivamente, "Camomillo" sembra avere qualcosina in meno rispetto ai due grandi rivali.

Ottimo quarto posto per Andrea Dovizioso, che per la prima volta in questa stagione è riuscito a mettersi dietro il compagno di squadra Cal Crutchlow. L'italiano in gara è parso molto più concreto del britannico, dal quale forse ci si attendeva qualcosina in più dopo la prima fila conquistata ieri.

Sesto posto per un Alvaro Bautista perso in crescita rispetto alle prime due gare. Il portacolori del Team Gresini ha ridotto a cinque secondi il gap dal tandem del team Tech 3.

Valentino Rossi invece firma senza ombra di dubbio la miglior gara di questo avvio del 2012. Il "Dottore" ha portato la sua Ducati in settima posizione, ma soprattutto questa volta ha fatto decisamente la differenza rispetto alle altre GP12: Hector Barbera ha tagliato il traguardo circa mezzo minuto dopo di lui in decima posizione, giusto davanti a Nicky Hayden.

Ma bisogna anche considerare che oggi le Yamaha Tech 3 sono rimaste lontane di una decina di secondi: il gap quindi si è praticamente dimezzato rispetto ad una settimana fa. E' chiaro che non è ancora il caso di gioire, ma almeno qualche piccolo passo avanti si vede.

Ennesima giornata no per Ben Spies, ottavo. E dire che nei primi giri l'americano era stato anche in terza posizione, giusto prima di commettere un errore e finire indietro. A questo punto ha perso completamente il ritmo ed ha dovuto attendere l'ultimo giro anche solo per avere la meglio su Stefan Bradl.

Tra le CRT, Aleix Espargaro è riuscito a concedere il bis di Jerez de la Frontera, mettendo tutti in fila a partire dal compagno di squadra Randy De Puniet. Va detto però che il francese del Team Aspar era ancora acciaccato per la caduta di ieri.

Da segnalare anche che per la prima volta si è visto il doppiaggio di una CRT. Purtroppo a subire quest'onta è stato Danilo Petrucci, che comunque con il 15esimo posto si è conquistato un altro punticino.

MotoGp - Estoril - Garaa/b>

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top