Sport

pubblicato il 4 maggio 2012

MotoGP 2012 Estoril: la conferenza stampa

Accanto ai big, una "prima" importante per il nostro Danilo Petrucci

MotoGP 2012 Estoril: la conferenza stampa

Con un’ora di "ritardo" rispetto alla consuetudine europea, ecco la conferenza stampa del Grande Premio de Portugal Circuito Estoril, terzo appuntamento del Campionato del Mondo MotoGP. Presenti oggi il leader della classifica Jorge Lorenzo, il vincitore di Jerez Casey Stoner, Dani Pedrosa e il tedesco del Team LCR Honda Stefan Bradl. In rappresentanza della categoria CRT c’era il nostro Danilo Petrucci, il "poliziotto volante" del team Came Ioda Racing.

Come da consuetudine il leader della classifica è il primo a parlare. Jorge Lorenzo sa che non sarà facile vincere in Portogallo, ma l’idea è quella di provare a stare davanti alle due Repsol Honda: "Anche se lo scorso anno ho faticato, Estoril rimane una pista molto positiva per noi. Qui ho già vinto tanto, soprattutto nell’era MotoGP e arriviamo in ottima forma".
Casey Stoner ha approfittato per rispondere alle chiacchiere che lo vedrebbero già ritirato a fine stagione per dedicarsi alla famiglia con un secco: "Se non esce dalla mia bocca, sono solo rumours". Casey poi ha parlato dell’Estoril, che è a tutti gli effetti l’unico circuito dove l’australiano non ha mai vinto: "Estoril è un circuito molto completo e qui c’è bisogno di una moto molto bilanciata per vincere. Lo scorso anno non ero al livello dei miei rivali, ero solo alla mia terza gara con Honda, quest’anno si vedrà..."

Poi è stata la volta di Daniel Pedrosa, che qui lo scorso anno conquistò il primo gradino del podio, e per il quale ripetersi non sarebbe affatto male: "Sono felice di essere qui, su un tracciato che mi porta bene. Al momento stiamo facendo le cose nel modo giusto e speriamo di continuare così anche se la stagione è appena iniziata".
E passiamo ai Rookies della MotoGP. Il primo a parlare è Stefan Bradl, già alla seconda press conference stagionale; il tedesco ha dichiarato: "Siamo ad un buon livello e nei primi giri di gara riesco quasi a star dietro ai migliori, a Jerez sono riuscito a stare con gli altri nei primi due giri, ma poi sono spariti... Sicuramente tutto ciò ha a che fare con l’esperienza, e quindi possiamo migliorare senz’altro: questa moto ha un gran potenziale".

E veniamo infine al nostro Danilo Petrucci, in grande spolvero a Jerez, dove ha concluso tredicesimo e secondo delle CRT e decisamente felice per la convocazione in sala stampa ha detto: "Dopo il Qatar ero un po’ triste perché la nostra moto era lenta, ma a Jerez ho raccolto il primo punto mondiale e ora voglio andare a punti ogni volta che sia possibile. La nostra moto è molto giovane e ha solo tre mesi di vita, poi, come molti sanno corriamo con un motore standard che ha solo 185 cavalli, quindi la differenza con le MotoGP e le altre CRT è enorme. Estoril poi è una pista nuova per me, come molte altre del mondiale, quindi cercherò di impararla il più velocemente possibile e di andare a punti domenica. Già essere qui è un sogno per me!"

Fonte: MotoGP.com

Autore: Redazione

Tag: Sport , 1000 , motogp , pista , gare , autodromi , piloti , crt


Top