Novità

pubblicato il 5 luglio 2006

BMW R 1200 R

Ecco la prima novità 2007 BMW

BMW R 1200 R
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW R 1200 R - anteprima 1
  • BMW R 1200 R - anteprima 2
  • BMW R 1200 R - anteprima 3
  • BMW R 1200 R - anteprima 4
  • BMW R 1200 R - anteprima 5
  • BMW R 1200 R - anteprima 6

Amata, la bmw R1150 R, lo è sempre stata...ma per tutti prima o poi viene l'ora di cambiare, nonostante i riscontri commerciali ed una linea immortale. Ecco così spuntare dal cappello magico di Monaco una versione della "R" profondamente rivista, sia per quanto concerne il propulsore sia per quanto riguarda l'aspetto ciclistico.

Nonostante al primo impatto la R1200 R ricordi molto da vicino la precedente generazione "R", i designer hanno deciso di abbandonare le linee morbide viste sino ad oggi per condividere alcuni soluzioni stilistiche con il resto della gamma. Nulla di stravolgente, ma c'è qualche linea tesa in più, che fa molto "tecnologico" nonostante, in teoria, questa non sia una moto nata per chi ama giocare a chi va più forte.

In teoria, perchè in pratica BMW ha scelto proprio lei per introdurre un inedito sistema di controllo della trazione che dovrebbe rendere la vita più facile in situazioni di scarsa aderenza. In effetti 109 CV a 7.500 giri e 115 Nm di coppia massima a 6.000, necessitano di un minimo di accortezza quando si va a spalancare il gas sotto l'acqua ed il sistema ASC - guarda caso si chiama come quello delle auto - può effettivamente evitare lo spiacevole inconveniente di ritrovarsi la moto per cappello.

Un sistema che potrebbe essere molto interessante anche in una sportiva, in particolar modo se ben tarato: fateci caso quando guardate la MotoGp o la SBK in TV. A metà curva, da un paio d'anni a questa parte, quasi tutti i piloti ufficiali si permettono di dare gas al 100%, perchè la ruota posteriore - sotto controllo dell'elettronica - si permette il lusso di girare più velocemente di quella anteriore in una percentuale che varia di rapporto in rapporto. No effetto catapulta: per qualcuno è la negazione dello spirito dell'andare in moto, ma finchè è legale perchè farne a meno?

Ma torniamo alla "nostra" bmw, che condividerà con la RT il telaio e le sospensioni, che sono le classiche Paralever e Telelever. Non mancano nemmeno - in via opzionale - l'ABS e l'ESA, che permette di regolare elettronicamente la taratura delle sospensioni.

Prezzo? 12.500 euro circa.

Autore: Redazione

Tag: Novità , strada , bicilindriche , naked


Top