Sport

pubblicato il 24 aprile 2012

MotoGP 2012: verso Jerez de la Frontera

Tutto ciò che c'è da sapere sulla gara spagnola!

MotoGP 2012: verso Jerez de la Frontera

La MotoGP si avvicina. Jerez de la Frontera si prepara a ricevere circa mezzo milione di visitatori questo fine settimana, per quello che sarà il Gran Premio bwin de España, GP confermato anche per la prossima stagione.

Occhi puntati sul recente dominatore della gara di Losail, Jorge Lorenzo, pilota che arriva più forte che mai all’appuntamento casalingo, dove proverà a sfruttare le curve "amiche" per allungare in classifica su Dani Pedrosa e Casey Stoner. Proprio con il connazionale, secondo in Qatar, la sfida si fa ancora più intrigante: in terra andalusa il pilota Yamaha Factory proverà a portare a 40 le sue vittorie mondiali, mentre il compito del pilota Repsol Honda, sarà quello di pareggiare a 39.

Casey Stoner invece, non ha avuto l’inizio che si aspettava all'appuntamento precedente, e a Jerez non ha mai vinto. La sua voglia di vincere è duqnue molto alta, e sarà con molta probabilità lui il terzo incomodo per il gradino più alto del podio. Nei test di poche settimane fa l'australiano ha ben figurato e il suo feeling con la RC213V, a suo dire, è addirittura migliorato durante il GP del Qatar. Staremo a vedere...

Jerez sarà anche la prova del nove per verificare le reali prestazioni dei due piloti Monster Yamaha Tech3 Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso: rispettivamente 4º e 5º nella prima uscita stagionale. I due potrebbero già puntare al podio, pur non contando su moto ufficiali, Ben Spies permettendo, naturalmente. L’americano è infatti atteso ad una risposta importante, dopo il pessimo 11º posto di Losail.

Quanto a Ducati, Nicky Hayden e Valentino Rossi (che farà la sua 200ª partenza nella classe regina) avranno qualche dato in più per continuare lo sviluppo di una moto che ancora deve migliorare molto per seguire il passo di Honda e Yamaha. Gli occhi saranno puntati come sempre sull’italiano, costretto a posizioni di ripiego quindici giorni fa e che a Jerez ha vinto ben sei volte nella classe regina, anche se l’ultima risale al 2009. Per l’americano, invece, sarà un’altra occasione per chiudere davanti al più quotato compagno di squadra.

Altro pilota che proverà a stare davanti a Rossi sarà Hector Barberá (Pramac Racing). Lo spagnolo ci è già riuscito in questa stagione e quale miglior pista per riprovarci se non quella casalinga di Jerez. Con lui a giocarsi la Top 10 ci saranno anche il rookie Stefan Bradl (LCR Honda), ottimo al debutto, e Alvaro Bautista (San Carlo Honda Gresini), ancora in "rodaggio" con la sua Honda numero 19.

Sfida interessante anche in fondo al gruppo con le CRT: l’uomo da battere è Colin Edwards con la Suter BMW del team NGM Mobile Forward Racing, ma Randy De Puniet (Power Electronics) e la sorpresa Yonny Hernandez (Avintia Racing MotoGP) non vorranno essere da meno. Attesa anche per gli italiani Mattia Pasini (Speed Master) e Danilo Petrucci (Came Iodaracing project).

Autore: Redazione

Tag: Sport , 1000 , motogp , pista , personaggi , gare , piloti , personaggi famosi , crt


Top