Sport

pubblicato il 13 aprile 2012

EWC 2012 - 76° Bol d'Or: Sert al palo

Concluse le qualifiche a Magny Cours. Prima la Suzuki Sert, davanti a Kawasaki SRC e Yamaha GMT94

EWC 2012 - 76° Bol d'Or: Sert al palo
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • EWC 2012 76° Bol d\'Or - Qualifiche - anteprima 1
  • EWC 2012 76° Bol d\'Or - Qualifiche - anteprima 2
  • EWC 2012 76° Bol d\'Or - Qualifiche - anteprima 3
  • EWC 2012 76° Bol d\'Or - Qualifiche - anteprima 4
  • EWC 2012 76° Bol d\'Or - Qualifiche - anteprima 5
  • EWC 2012 76° Bol d\'Or - Qualifiche - anteprima 6

Si preannuncia un Bol d’Or davvero entusiasmante quello che prenderà avvio domani alle ore 15.00 sulla pista francese di Magny Cours.
Si sono da poco concluse le prove ufficiali di qualifica per stabilire l’ordine di partenza della 76esima edizione della famosissima 24 Ore transalpina, e se le prove saranno un indice di come potrebbe andare la gara, allora ne vedremo sicuramente delle belle. Sì perché la classifica che sancisce la griglia di domani ci dice che le prime cinque motociclette sono racchiuse nell’arco di un secondo.

La seconda sessione di qualifiche non ha fatto altro che confermare il copione già visto ieri pomeriggio, con una Suzuki Sert in gran spolvero che conferma la sua volontà di difendere con le unghie il titolo mondiale 2011. I tempi di Philippe, Delhalle e Foret non sono scesi, ma i crono di ieri sono stati sufficienti a conservare la leadership. Per Vincent Philippe veterano in una squadra di giovani, quella di domani sarà un’occasione unica perché il francese avrà la possibilità di andare in caccia della sua ottava vittoria al Bol d’Or.
Le posizioni che seguono non sono cambiate rispetto a ieri, ma gli inseguitori si sono avvicinati nei tempi.
Ritroviamo quindi al secondo posto la Kawasaki SRC a tre decimi e la Yamaha GMT94 a mezzo secondo esatto.
La BMW S 1000RR del Team Motorrad France è stata rimessa a nuovo in tutta fretta per consentire ai propri piloti di migliorare il proprio tempo. Sebastien Gimbert non è sceso sotto l’ottimo 1.40.7 di ieri, ma l’aiuto di Erwan Nigon (che ieri non ha provato) che ha fatto registrare lo stesso crono, ha permesso alla squadra di fare un’ottima media e mantenere la quarta posizione in griglia.
Queste tre sono sicuramente le squadre che più di tutte potrebbero contendere la vittoria alla Suzuki, ma non è da escludere la Yamaha Yart, un po’ in debito con la fortuna negli scorsi anni.
Si conferma poi al sesto posto, e prima delle squadre della Superstock, la Kawasaki del team Louit Moto 33, che dovrà vedersela per la vittoria di classe contro le GSX-R 100 del Suzuki Junior Team (ottavo) e del Team Motors Events (dodicesimo)

GLI ITALIANI
Migliorano leggermente le posizioni in griglia degli Italiani: Gianluca Vizziello è passato dal 25esimo al 22esimo posto, limando ben 1,8 secondi al suo miglior crono di ieri. Confermata la 23esima posizione di Emiliano Bellucci, mentre il Team No Limits è passato dal 28° al 31° posto in griglia.
Tutto è pronto, quindi per la partenza di domani alle ore 15.00, quando i 55 equipaggi si schiereranno sul rettilineo di Magny Cours in attesa del classico colpo di pistola che aprirà le ostilità.

EWC 76° Bol d'Or: Griglia di partenza

Essais de nuit - Bol d'Or 2012 - MotoRacingLive.com

Essais de nuit - Bol d'Or 2012 - MotoRacingLive.com

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , 1000 , pista , gare , endurance , autodromi , piloti , superstock


Top