Sport

pubblicato il 7 aprile 2012

MotoGP 2012 Qatar, Qualifiche: pole positione per Lorenzo

Stoner secondo, Crutchlow terzo e Valentino? Solo 12esimo

MotoGP 2012 Qatar, Qualifiche: pole positione per Lorenzo

Nelle dichiarazioni fatte al termine delle prove di ieri, Jorge Lorenzo aveva fatto capire tra le righe di non aver ancora sfoderato tutto il potenziale suo e della sua Yamaha M1 ed oggi ne ha dato una bella riprova conquistando la prima pole position dell'era 1000 della MotoGp in Qatar.
Quando ha montato la gomma più morbida lo spagnolo ha sfoderato un giro mostruso, riuscendo a fermare il cronometro su un tempo di 1'54"634. Prestazione che gli ha permesso di staccare di oltre due decimi un animale da qualifica come Casey Stoner.
L'australiano le ha provate veramente tutte per saltare davanti al rivale, ma oggi Jorge era in modalità "Martillo" e ci sarebbe voluta una prova davvero importante per saltargli davanti. Cosa che oggi è stata impossibile per il campione del mondo in carica anche a causa del forte chattering che ha tormentato la sua Honda RC213V.

Inoltre le Yamaha hanno dimostrato di essere in grande forma tra le pieghe di Losail, come certificato dall'inatteso terzo tempo di Cal Crutchlow: il britannico del team Tech 3 ha stupito tutti risultando l'ultimo capace di scendere sotto al muro dell'1'55" e chiudendo a soli tre decimi dalla M1 ufficiale di Jorge Lorenzo.

Inoltre si è tolto la soddisfazione di mettersi dietro l'altra Yamaha ufficiale di Ben Spies, che nel finale è stato anche vittima di una caduta spettacolare e potenzialmente molto pericolosa: "Texas Terror" è rimasto "ancorato" alla sua moto, ma fortunatamente se l'è cavata con un bello spavento.

Bella soddisfazione per Nicky Hayden, che è riuscito a portare la Ducati Desmosedici GP12 in seconda fila, anche se ancora con un ritardo di un secondo. Sotto alla bandiera a scacchi comunque l'americano ha piazzato una zampata che lo ha messo ben 1"3 davanti a Valentino Rossi.

Per il "Dottore" invece è notte fonda: Rossi è ultimo tra le MotoGp vere e proprie, staccato di oltre 2" dalla pole, ma soprattutto con gap importanti anche nei confronti delle due GP12 satellite di Hector Barbera e Karel Abraham, che occupano rispettivamente l'ottava e la decima posizione.

Giornata no anche per Dani Pedrosa, che si è dovuto accontentare del settimo tempo, alle spalle anche di Andrea Dovizioso. Pure lo spagnolo si è visto rifilare circa 1" dalla moto gemella di Stoner. Almeno però è davanti alle RC213V satellite di Stefan Bradl ed Alvaro Bautista, che occupano la nona e l'undicesima piazza.

Per quanto riguarda le CRT, la prima "pole position" della storia è andata alla Suter-BMW di quella vecchia volpe di Colin Edwards, anche se va detto che il suo rivale più accreditato Randy De Puniet è stato protagonista di una scivolata nel finale. Cadute poi anche per James Ellison e Mattia Pasini, la cui ART-Aprilia ha accusato anche un principio d'incendio.

MotoGP 2012, Qatar, Qualifiche, Classifica

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , motogp , piloti


Top