Abbigliamento

pubblicato il 4 aprile 2012

Schuberth S2: l'integrale da turismo top di gamma

Sistema di ventilazione inedito, "antenna incorporata" e molto altro ancora!

Schuberth S2: l'integrale da turismo top di gamma
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Schuberth S2 2012 - anteprima 1
  • Schuberth S2 2012 - anteprima 2
  • Schuberth S2 2012 - anteprima 3
  • Schuberth S2 2012 - anteprima 4
  • Schuberth S2 2012 - anteprima 5
  • Schuberth S2 2012 - anteprima 6

Schuberth è un marchio di caschi più che noto ai motociclisti, soprattutto per i mototuristi che nel modello C3, il modulare, hanno trovato un elemetto silenzioso, sicuro e confortevole: il massimo del massimo. Naturalmente oltre a questo modulare, in gamma non mancano un jet (il J1), e degli integrali (come l'SR1 o l'S1 Pro), ma l'azienda tedesca per il 2012 presenta un'interessantissima novità: il nuovo integrale S2.

L'S2 fa compiere un salto in avanti a livello di sicurezza, confort e design, e si rivolge ai mototuristi più esigenti che passano molte ore in sella, senza disdegnare magari, una puntatina in pista. Per questo nuovo modello sono poi stati sviluppati un innovativo sistema di ventilazione e un sistema di ricezione ottimizzata Bluetooth e radio attraverso l’integrazione (di serie) di due antenne. Ma prima di passare alle informazioni più tecniche, parliamo del prezzo: S2 è già in vendita presso i dealer Schuberth, con un prezzo a partire da 503 euro. Per quanto riguarda le colorazioni, sarà in vendita in nero opaco, bianco opaco, nero lucido e bianco lucido, oltre che nella grafica a tre "linee".

18 MESI DI STUDI
Progettare e concepire un casco dal nulla, non è cosa da poco. Sviluppato e prodotto negli stabilimenti tedeschi del marchio, l'S2 è costato qualcosa come ben 18 mesi di studi da parte del reparto R&D (Research and Development). Con questo casco dunque va a completarsi la gamma di Schuberth, visto che l'S2 si pone a metà strada tra il modulare C3 ed il racing SR1. I tecnici hanno fuso le due "specialità" (turimo e pista), ed è per questo che nell'S2 troviamo elementi di entrambe le discipline; la calotta, l'imbottitura e la visiera parasole integrato sono infatti elementi tipici degli elmetti dedicati al mototurismo, mentre gli spoiler ed il peso contenuto, sono caratteristiche riprese dalla "pista".

MATERIALE COMPOSITO
Questo nuovo casco offre un'alta protezione in caso di caduta, questo grazie ad uno speciale materiale composito. E' infatti realizzato con strati di fibra di vetro che formano una struttura "a sandwich", in una speciale matrice tessuta. Tutto questo porta l'S2 ad un'ottima resistenza e rigidità in caso di impatto, senza dimenticare però il peso, ridotto in circa 1.450 grammi (+/- 50 grammi in base alla taglia).

SISTEMA DI VENTILAZIONE
Abbiamo già parlato della silenziosità dei caschi del marchio tedesco. Bene, per arrivare a questi livelli, bisogna effettuare studi e ricerche in galleria del vento, cosa alla quale Schuberth è dedita da circa 30 anni, grazie anche all'esperienza acquisita nella produzione e nello sviluppo dei caschi da Formula 1. Ecco perchè anche l'S2 adotta prese d'aria che permettono, durante la stagione estiva, di mantenere la testa fresca. Lo spoiler di cui parlavamo sopra ad esempio, nasconde due potenti estrattori d'aria. La pressione acquisita con la velocità infatti, ridotta posteriormente, fa sì che si crei un effetto sifone, trasferendo all'interno del casco una quantità d'aria superiore.

La presa di aspirazione sita nella parte superiore della calotta, vanta poi tre differenti regolazioni, e quanto le temperature si abbassano, basta semplicemente "serrare" il tutto, e mantenere la temperatura interna. I condotti dell'aria all'interno sono poi stati allargati, in modo da incrementare il flusso d'aria sul mento. Secondo gli studi di Schuberth, a 100 Km/h sono più di dieci i litri di aria che fluiscono all'interno e intorno alla testa del pilota.

COOLMAX E THERMOCOOL
Gli interni sono di indubbia qualità. L'imbottitura per testa, guance, collo e cinturino, assicurano un altissimo confort, grazie a materiali quali il Coolmax ed il Thermocool. Naturalmente gli interni sono amovibili e lavabili, ma non solo, perchè le imbottirure delle guance sono intercambiabili (in modo da assicurare una calzata perfetta), il collare acustico è amovibile, ed il sistema di chiusura (Micro-lock), oltre ad essere pratico, risulta facile da usare.

VISIERA PARASOLE
La visiera parasole integrata, oltre ad avere un design moderno, offre una protezione superiore in caso di scarsa visibilità, come all'alba o al tramonto. Realizzata e modellata per le esigenze dei caschi racing, segue la linea della radice del naso, in modo da coprire il più possibile gli occhi, ed entrambi i lati della visiera parasole hanno un rivestimento antigraffio. La leva per abbassarla e alzarla, è posizionata all'estremità inferiore sinistra del casco, facile da azionare quando si calzano i guanti.

85 dB/A A 100 KM/H
Abbiamo parlato spesso di aerodinamica, ora analizziamo l'aeroacustica dell'S2. Sì perchè grazie ai test effettuati in galleria del vento, i tecnici hanno ottenuto una silenziosità da riferimento: 85 dB/A a 100 Km/h! Oltre a questo poi, l'aerodinamica perfetta, permette di ridurre la resistenza all'avanzamento e allo scuotimento laterale (buffeting). Lo spoiler posteriore, gioca in questo una parte fondamentale, visto che aumenta l'effetto "down force" (l'appoggio). I muscoli del collo, ringraziano.

TECNOLOGIA...
Arriva poi un'ulteriore novità: se Schuberth è stata la prima casa a produrre calotte in materiali compositi, la prima a proporre la visiera parasole integrata, la primo a introdurre un casco modulare, ora arriva una novità a livello mondiale. L'S2 è infatti dotato di due antenne integrate per aumentare la ricezione del Bluetooth e del sistema radio/interfono. In estate infatti, sarà disponibile il sistema di comunicazione Shuberth SRC, migliorato e brevettato (già pronto per il C3).

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Abbigliamento , abbigliamento , turismo , caschi , sicurezza


Top