Attualità e Mercato

pubblicato il 3 aprile 2012

Moto e pneumatici invernali: finalmente chiarezza

In risposta a una lettera della FMI, le moto saranno esentate dai provvedimenti

Moto e pneumatici invernali: finalmente chiarezza

Finalmente sancito lo stop alle catene da neve e ai pneumatici invernali sulle motociclette. Lo ha stabilito, seppur con un pizzico di ritardo sulle esigenze contingenti dello scorso inverno, il Direttore del Servizio della Direzione Centrale per la Polizia Stradale del Ministero dell’Interno, che ha risposto ad una lettera inviata dal Presidente della Federazione Motociclistica Italiana, Paolo Sesti, riguardo l’obbligo per i motocicli di adottare nel periodo invernale catene da neve o pneumatici "termici", nei tratti di strada sottoposti a tale obbligo e nel periodo indicato da apposita segnaletica.

Come ben sanno i nostri lettori più affezionati, OmniMoto.it fu la prima testata a sollevare il problema delle Ordinanze di obbligo all’uso di pneumatici invernali o catene da neve, che comprendevano anche le moto, quando già nell’inverno 2010 affrontammo la questione. Durante le emergenze dell’inverno 2011, poi, tornammo sull’argomento
interpellando l’Assogomma, che ci diede ulteriori chiarimenti in proposito.

Nel frattempo anche la Federazione Motociclistica Italiana si è mossa nella stessa direzione, con una lettera del Presidente Sesti indirizzata alle autorità competenti che metteva in evidenza come non siano di fatto disponibili, sul mercato, dispositivi come quelli richiesti (in sostanza ribadendo ciò che noi denunciavamo da tempo).
Una situazione che impediva l’utilizzo dei motocicli in una parte consistente del territorio italiano, per un periodo considerevole dell’anno solare, anche in caso di strada asciutta e di condizioni meteorologiche di assoluta sicurezza per gli utenti.

MEGLIO TARDI CHE MAI
Nella risposta pervenuta si comunica, di concerto con il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, che la disposizione indicata (contenuta nell’articolo 6, comma 4, lettera e) del Codice della Strada, come modificato dall’articolo 1, comma 1, della Legge 29 luglio 2010, numero 120), "…debba essere interpretata nel senso che si applica ai veicoli per i quali è possibile disporre di pneumatici invernali ovvero è possibile montare le catene o altri mezzi antisdrucciolevoli consentiti".

Nella stessa lettera di risposta ricevuta dalla FMI si comunica che, sempre d’intesa con il Ministero dei Trasporti, la Direzione Centrale per la Polizia Stradale invierà una direttiva generale, nel senso indicato da quanto sopra, agli organi di polizia e agli enti proprietari delle strade.

"Desidero ringraziare sentitamente il Direttore Pellizzari del Ministero dell’Interno – ha commentato il Presidente Sesti – per la tempestività ed il contenuto della risposta alla nostra lettera, che dimostra come sia sempre possibile un "incrocio proficuo" tra esigenze degli utenti e decisioni dell’Autorità, quando i termini di un possibile problema siano posti in senso costruttivo. Voglio inoltre sottolineare che ancora una volta la Federazione Motociclistica Italiana fornisce un servizio utile a tutti i motociclisti, mettendosi al servizio anche di chi ancora non ritiene utile essere Tesserato alla FMI".

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Attualità e Mercato , strada , bicilindriche , 1000 , 600 , curiosità , gomme , anticipazione , editoriale , inverno in moto


Top