Sport

pubblicato il 25 marzo 2012

MotoGp 2012, Test Jerez, Day 3: Stoner di un soffio su Lorenzo

L'australiano passa proprio nel finale. In crescita Rossi: sesto a 0"9

MotoGp 2012, Test Jerez, Day 3: Stoner di un soffio su Lorenzo

La terza ed ultima giornata dei test collettivi di Jerez de la Frontera ha praticamente ragalato la fotocopia di quanto accaduto venerdì. Dopo aver lasciato comandare le operazioni a Jorge Lorenzo per quasi tutte le otto ore a disposizione, Casey Stoner ha piazzato la sua zampata nei minuti finali, mettendo davanti a tutti la sua Honda RC213V.

Il campione del mondo in carica ha ristabilito le gerarchie con un crono di 1'38"780 (poco lontano dalla pole dello scorso anno), grazie al quale ha staccato di 173 millesimi il rivale della Yamaha, che non gli ha potuto replicare in quanto impegnato in una simulazione di gara nel pomeriggio, dalla quale comunque sembra aver ottenuto dei riscontri positivi.

Scivola al terzo posto, dunque, Dani Pedrosa, che ha chiuso staccato di poco meno di quattro decimi dal compagno di squadra, ma con un vantaggio simile nei confronti del suo diretto inseguitore Ben Spies. Qui a Jerez l'americano della Yamaha alla fine ha faticato di più a reggere il passo dei tre che lo precededono rispetto ai test di Sepang, anche se comunque bisogna dire che le premesse sono interessanti anche per lui.

Una delle note positive è senza dubbio Cal Crutchlow: il portacolori del team Tech 3 è riuscito a portare la sua M1 in quinta posizione, risultando il più rapido tra i piloti privati, ma soprattutto limitando ad appena una manciata di millesimi il suo distacco nei confronti di "Texas Terror".

Finalmente arrivano indicazioni positive anche dal box della Ducati. Valentino Rossi sembra aver fatto dei passi avanti dal punto di vista della messa a punto della sua GP12 ed è riuscito a scalare la classifica fino al sesto posto, mettendo in fila tutti gli altri piloti di Borgo Panigale e riducendo a nove decimi il suo ritardo da Stoner.

Un gap ancora piuttosto ampio, ma sicuramente più incoraggiante rispetto al secondo e mezzo di venerdì. Leggermente più staccato invece Nicky Hayden, che a fine giornata si è dovuto inchinare anche ad Andrea Dovizioso: il romagnolo ha faticato un po' a trovare il feeling con la sua M1 sul tracciato spagnolo e i tre decimi che lo separano da Crutchlow ne sono una prova chiara.

La top ten si conclude poi con le due Honda satellite di Alvaro Bautista e Stefan Bradl, che sono i primi della schiera dei piloti che non sono riusciti a scendere sotto al muro dell'1'40". Qualche segnale di crescita lo hanno dato anche le due Ducati satellite di Hector Barbera e Karel Abraham, che oggi sono riusciti a tenersi dietro la CRT di Randy De Puniet, che invece venerdì era davanti.

Il francese del team Aspar si è comunque confermato il più rapido tra i piloti che dispongono di motori derivati dalla serie, riuscendo a mantenere il distacco della sua ART-Aprilia dal battistrada al di sotto dei 2". In questo modo ha staccato di oltre 1" il compagno di squadra Aleix Espargaro che lo segue in 14esima piazza.

Buono anche l'exploit di Danilo Petrucci, autore del terzo tempo tra le CRT con la sua Ioda-Aprilia nonostante qualche problema di troppo a livello di sospensioni. Da segnalare una caduta senza conseguenze di Mattia Pasini e una certa compressione dei distacchi, con tutto il gruppo che è riuscito a rimanere entro la soglia dell'1'43".

MOTOGP, Jerez de la Frontera, 25/03/2012
Terza giornata di test collettivi (classifica finale)
1. Casey Stoner - Honda - 1'38"780
2. Jorge Lorenzo - Yamaha - 1'38"953
3. Dani Pedrosa - Honda - 1'39"157
4. Ben Spies - Yamaha - 1'39"495
5. Cal Crutchlow - Yamaha - 1'39"585
6. Valentino Rossi - Ducati - 1'39"733
7. Andrea Dovizioso - Yamaha - 1'39"860
8. Nicky Hayden - Ducati - 1'39"919
9. Alvaro Bautista - Honda - 1'40"017
10. Stefan Bradl - Honda - 1'40"098
11. Hector Barbera - Ducati - 1'40"287
12. Karel Abraham - Ducati - 1'40"579
13. Randy De Puniet - ART-Aprilia - 1'40"601
14. Aleix Espargaro - ART-Aprilia - 1'41"645
15. Danilo Petrucci - Ioda-Aprilia - 1'41"926
16. Franco Battaini - Ducati - 1'42"057
17. Colin Edwards - Suter-BMW - 1'42"073
18. Mattia Pasini - ART-Aprilia - 1'42"184
19. Michele Pirro - FTR-Honda - 1'42"212
20. James Ellison - ART-Aprilia - 1'42"437
21. Ivan Silva - BQR-Kawasaki - 1'42"446
22. Yonny Hernandez - BQR-Kawasaki - 1'42"906

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top