Attualità e Mercato

pubblicato il 21 marzo 2012

Tagliandini della patente: il Ministero li spedisce ancora

Il Ministero dei Trasporti ricomincia a inviare i tagliandi della patente

Tagliandini della patente: il Ministero li spedisce ancora

Non c’era più una "lira", e così il Ministero dei Trasporti era stato costretto, dal 2 febbraio al 15 marzo, a sospendere l’invio a casa dei tagliandini della patente. Tre guai: per chi doveva rinnovare la validità della patente, per chi doveva annotare sulla patente l'avvenuto cambio di residenza, e per chi attendeva la Comunicazione dell'avvenuta decurtazione di punteggio in seguito a infrazioni gravi. Ma ora, dal 16 marzo esattamente, il Ministero ha ripreso a inviarli.

Riprende quindi l'erogazione del servizio di postalizzazione dei tagliandi relativi al rinnovo di validità della patente di guida, all'annotazione sulla stessa dell'avvenuto cambio di residenza, nonché di comunicazione dell'avvenuta decurtazione di punteggio. E per ridurre i disagi per l'utenza, sarà data priorità nelle spedizioni in giacenza, ai rinnovi di validità della patente. Infatti, per chi era in sospeso, c’era il problema che non potevano recarsi all’estero: unica soluzione, fare un duplicato della patente a proprie spese.

Invece, in assenza del tagliando per la patente, chi voleva recuperare sei punti con un corso in autoscuola poteva stampare il saldo sul Portale dell’automobilista: procedura valida e regolare.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , varie , editoriale , patente


Top