Sport

pubblicato il 19 marzo 2012

X-Trial World Championship 2012: Bou è Campione!

Ora sono ben sei i Titoli X-Trial per lo spagnolo

X-Trial World Championship 2012: Bou è Campione!
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • X-Trial World Championship 2012: Milano - Bou Campione - anteprima 1
  • X-Trial World Championship 2012: Milano - Bou Campione - anteprima 2
  • X-Trial World Championship 2012: Milano - Bou Campione - anteprima 3
  • X-Trial World Championship 2012: Milano - Bou Campione - anteprima 4

Era nell'aria. Il profumo del sesto titolo X-Trial World Championship per Toni Bou era tutt'altro che un sogno, ed infatti, lo scorso week-end, in quel di Milano, lo spagnolo ha messo il suo sigillo. Una vittoria, sia per questa gara, che per la stagione, più che meritata.

Porta dunque a casa questo titolo con una gara d'anticipo, e conquista il record come pilota con più titoli nella storia dell'Indoor. Il round di Milano poi, rappresenta la quindicesima vittoria consecutiva nell'Indoor World Championship. Insomma, Bou, in questo momento non ha rivali! Se guardiamo indietro, infatti, l'ultima volta che non è salito sul gradino più alto del podio risale al 23 di gennaio 2010, a Marsiglia, dove chiuse... secondo!

Bou poi è caduto, ma non ha riportato gravi conseguenze. Sentiamo il diretto interessato. "Mi sento meglio, ma ho preso paura. Ho avvertito un rumore molto forte nella parte posteriore, e poi, dopo aver battutto la testa ti senti sempre nauseato e confuso. Ma sono migliorato velocemente e oggi stavo bene, quindi non è stato nulla di serio".

Vincere il Campionato del Mondo ti ha aiutato allora!
"Certo che si! Sono stato felicissimo, ma non ho potuto festeggiare come le altre volte. Lo farò quando mi sentirò meglio. E' stata una vittoria... diversa".

Avevi il titolo in mano, ma è stato meglio chiudere con una vittoria.
"Sapevo di poter vincere il Campionato con un quinto posto, ma conquistarlo con una vittoria è sempre meglio. E' stata anche la quinta vittoria in sei gare, è stato grande, non potevo chiedere di più".

Infatti, hai avuto delle ottime stagioni: dal 2010 nessuno è stato in grado di batterti, 15 vittorie consecutive... come fai?
"E' un buon numero in effetti, e sono contento di riuscire a mantenere questo livello. Ora andremo a Parigi e voglio divertirmi il più possibile. Molte poche volte puoi andare ad una gara senza pressioni, ed ora ho l'opportunità di fare ciò".

Qual è il segreto per mantere la costanza di questo livello?
"La cosa più importante è avere motivazione. Le cose vanno bene, quando tutto sta andando come pianificato e voler competere è cruciale".

Com'era il livello dei round di quest'anno?
"La difficoltà era alta, ad eccezione della scorsa settimana a Majorca, e questo è positivo. Più è difficile e più sei motivato ad ogni round, e questa è una cosa buona per me per lottare per il campionato".

Lentamente hai battuto diversi record: sei Campionati del Mondo consecutivi, un numero che ti ha permesso di superare Lampkin nell'Indoor. Dov'è il tuo limite?
"Per ora, non vedo limiti. Ho 25 anni, sono giovane e sono motivatissimo nel continuare. Se non avrò problemi fisici, è mio desiderio continuare".

Come ti vedi per la stagione outdoor?
"Non vedo l'ora di iniziare. La prima gara non era andata molto bene, e Adam Raga fu veramente molto forte e vinse, quindi ci sarà da battagliare per vincere il titolo".

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , personaggi , gare , fuoristrada , trial , piloti , personaggi famosi


Top