Sport

pubblicato il 16 marzo 2012

MotoGP, Jorge Lorenzo: "Vorrei finire la carriera in Yamaha"

Per il rinnovo vuole una moto in grado di vincere

MotoGP, Jorge Lorenzo: "Vorrei finire la carriera in Yamaha"

Quello in vista della prossima stagione della MotoGp sarà sicuramente un mercato molto caldo. Basta pensare che tutti i top rider sono in scandeza di contratto a fine stagione e tra questi c'è anche Jorge Lorenzo.
Lo spagnolo in passato è già stato corteggiato dalla Ducati e, stando ai gossip, ora avrebbe ricevuto anche un sondaggio da parte della Honda. Tuttavia, nei test invernali si è detto piuttosto soddisfatto della nuova Yamaha M1 1000, moto nata bene, che sembra già in grado di reggere il passo delle RC213V del rivale Casey Stoner.
E questo può essere di buon auspicio per la Casa di Iwata, che spera di poter rinnovare il suo contratto, come ha già ribadito più volte Lin Jarvis. Del resto, le pretese dell'ex campione del mondo sono piuttosto chiare: vuole solo una moto che gli consenta di giocarsi il titolo iridato.

Se la Yamaha sarà in grado di accontentarlo, il prolungamento del contratto sarà quasi una formalità, anche perchè Jorge ha ribadito di trovarsi benissimo con la sua squadra: "Mi piacerebbe rimanere alla Yamaha per tutta la mia carriera. Mi trovo molto bene con il team: ormai siamo quasi una famiglia e non so se potrei trovarmi così bene con un'altra squadra" ha dichiarato nel corso di un'intervista ad una rivista inglese.

"La scorsa stagione è stata difficile, ma nei tre anni precedenti abbiamo vinto tutto e credo che in quel triennio avessimo la moto migliore del lotto. Lo scorso anno però non è andata così. Ora vediamo cosa ci riserverà questo campionato" ha aggiunto.
Parole che sembrano voler spronare il suo team a dare il massimo per accontentarlo. Cosa confermata anche da quelle che arrivano a ruota: "Se avremo una moto vincente non vedo motivi per cambiare. La priorità alla fine è sempre avere una moto competitiva. Se l'avremo, tutte le altre cose sono secondarie: mi piace vincere, quindi avere una moto vincente è fondamentale".

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , 1000 , motogp , piloti


Top