Curiosità

pubblicato il 29 febbraio 2012

Presentato il libro "Due ruote sotto la Mole"

La storia delle moto torinesi del secolo scorso

Presentato il libro "Due ruote sotto la Mole"
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • “Due ruote sotto la Mole” - anteprima 1
  • “Due ruote sotto la Mole” - anteprima 2
  • “Due ruote sotto la Mole” - anteprima 3

"Due ruote sotto la Mole", è il titolo di un libro scritto da Franco Daudo e Mauro Garino, presentato dall’ASI al recente Automotoretrò di Torino. La nuova versione del libro, ampliata e corretta, ripercorre la nascita, l’affermazione ed il declino di tutte le case torinesi che si sono affacciate sul panorama motociclistico nazionale ed internazionale nel secolo scorso. Si tratta di un’opera preziosa per tutti gli appassionati; nelle 272 pagine del volume, infatti, sono presenti oltre 500 immagini di moto d’epoca e moderne che raffigurano gli esemplari più significativi, alcuni dei quali divenuti oggetti di culto per veri e propri imprenditori.

PILOTI E CORSE "STORICHE"
"Due ruote sotto la Mole" interseca la storia del motociclismo con la storia di Torino stessa, facendo comprendere meglio ai lettori il contesto socio-economico in cui operavano i tecnici dell’epoca. L’opera, però, non si occupa solo dell’industria motociclistica, ma passa in rassegna anche le manifestazioni più importanti dell’epoca, come ad esempio la Sassi-Superga, una delle più antiche corse in salita che si tenne dal 1903 fino agli anni ‘80 e di cui sono riportate classifiche e immagini.

Un capitolo intero, invece, è dedicato ai piloti che hanno rappresentato la città di Torino ed il Piemonte nel mondo; da Biagio Nazzaro, Campione di Velocità nel 1920 e morto tragicamente durante una corsa, a Ernesto Merlo (Campione italiano di sidecar) fino a Roberto Rolfo, pilota che ha corso sia nel Mondiale Superbike sia nella classe MotoGP.

ATTENZIONE PER IL MONDO OFF-ROAD
Sono presenti anche due capitoli interamente dedicati al fuoristrada, disciplina in cui la città di Torino ed il Piemonte ebbero, fin dagli inizi, un ruolo importantissimo grazie al periodo del "Sangone", il campo permanente su cui si sono misurati tutti i più grandi interpreti del secolo scorso. Come dimenticare, inoltre, l’asse Torino-Pinerolo su cui si sono disputate le prime gare italiane di trial, la specialità importata direttamente dall’Inghilterra.

Il libro si chiude con un elenco di tutte le Case, completo di periodo di esistenza e indirizzo. Il volume è disponibile al prezzo di 25 euro e va ad arricchire la già folta libreria ASI che conta su un ampia offerta di titoli che riportano alla mente le leggendarie imprese di uomini, a volte pochi noti che hanno fatto la storia del motociclismo.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , curiosità , varie , personaggi , epoca , piloti , personaggi famosi , vintage , libri


Top