Sport

pubblicato il 23 febbraio 2012

WSBK 2012: 25 anni di... "numeri"!

25 candeline per il Campionato Mondiale Superbike

WSBK 2012: 25 anni di... "numeri"!

Gli appassionati lo sanno bene: stanotte perderà il via il Mondiale Superbike 2012 (orari e quello che c'è da sapere), ma forse non tutti ricordano che quest'anno, il WSBK spegne ben 25 candeline!

E già, un quarto di secolo per quello che è il Campionato più in salute nel settore moto. In questa stagione, infatti, sono ben 24 le moto (entry list 2012), a cui vanno naturalmente aggiunte le wild card che si possono aggregare.

Quest'oggi, analizzeremo i "numeri" di questi 25 anni di Mondiale Superbike, tante curiosità per cercare di soddisfare la vostra voglia di sapere. Iniziamo dal numero più importante, il numero 1. Questo è il numero più vincente: sono ben 80 le gare che sono state vinte da una moto iscritta con l'1 sulla carena. Il 2, invece, rappresenta le marche presenti a tutte le gare disputate finora: Ducati e Kawasaki.

C'è poi qualche "doppione", come il numero 11 che indica i produttori di moto che vantano almeno una gara iniziata nel Mondiale Superbike, ed il numero di gara più usato, presente in 514 gare! 14, sono i Campioni del Mondo, mentre 18, sono gli anni del vincitore più giovane, Yuichi Takeda che vinse in Giappone nel lontano 1996. Del 25, ne abbiamo già parlato, visto che siamo al venticinquesimo Campionato con il 2012, ma la cifra interessa anche i Paesi che hanno ospitato le gare (la Russia sarà il 26°).

Procediamo il nostro "viaggio", per arrivare a 40, gli anni di Max Biaggi, l'unico rider ad aver vinto a quell'età (Brno 2011), mentre il 41 sta per le gare disputate a Phillip Island, il circuito più frequentato del Mondiale, e per il più alto numero di piloti all'arrivo di una gara (Zeltweg 1989, Gara 1). Ben 44, invece, sono i circuiti visitati dal Mondiale Superbike. Ancora rider, e non possiamo non citare le 59 vittorie di "King" Carl Fogarty, il plurivittorioso di tutti i tempi, mentre sono 67 i vincitori diversi, da Davide Tardozzi (Donington 1988) a Tom Sykes (Nurburgring 2011).

118 sono invece le vittorie dei piloti australiani e statunitensi, le due Nazioni più vittoriose della categoria delle derivate di serie. Torna nuovamente il romano, perchè 204, è la media oraria più elevata mai registrata per la pole position (Max Biaggi, Monza 2011, 204.405 km/h). Numeri da capogiro per Ducati, con qualcosa come 306 vittorie, il 51% del totale, e per le 377 gare disputate dal veterano Troy Corser (oltre il 60% del totale).

Sono poi ben 590 le gare corse finora, mentre 940 sono i piloti con almeno una presenza in gara, 1.150 in totale in rappresentanza di 42 paesi diversi. Chiudiamo con il totale dei chilometri. Riuscite ad immaginare quanti sono quelli percorsi in gara da tutti i partecipanti delle manches disputate fino ad oggi? Sono qualcosa come 1.356.498 Km!
Tanti auguri WSBK!

World Superbikes 1988 Donington Park

World Superbikes 1988 Donington Park

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , bicilindriche , 1000 , quadricilindriche , pista , superbike , curiosità , varie , personaggi , gare , piloti , personaggi famosi


Top