Sport

pubblicato il 21 febbraio 2012

WSBK: nel 2013 si torna a Sentul

Dopo quindici anni la Superbike torna in Indonesia

WSBK: nel 2013 si torna a Sentul

Lo scorso 15 febbraio alla presenza del Ministro Dr. H.R. Agung Laksono che coordina ben cinque ministeri tra i quali quello dello Sport, di molte personalità politiche e dello sport e del mondo della produttività, Maurizio Flammini, Presidente di Infront Motor Sports, ha firmato il contratto per riportare dopo quindici anni il Campionato Mondiale FIM Superbike in Indonesia per cinque edizioni, a partire dal 2013.

Il Governo Indonesiano si attiverà inoltre per la promozione dell’evento attraverso la creazione di una task force governativa che supporterà le esigenze economiche, logistiche, promozionali ed amministrative dell’organizzatore. Maurizio Flammini ha dichiarato: "Siamo orgogliosi della crescita del Calendario Superbike, che grazie all’inserimento delle ultime gare sta acquisendo la presenza di nazioni di grandissima importanza per lo sviluppo sportivo e commerciale del nostro Campionato. Dopo la Russia, dove la Superbike arriva per prima rispetto ad ogni altro campionato del motorsport mondiale, abbiamo inserito oggi l’Indonesia, che già nel passato fu teatro di una gara di notevole successo e appeal, grazie ad un lavoro molto intenso nel quadrante asiatico durato oltre due anni. Una nazione che oggi vanta i maggiori fattori di crescita: il PIL è oltre un trilione di dollari ed è cresciuto di oltre il 6% rispetto all'anno precedente, e le vendite di moto superano ampiamente i 7 milioni di unità l’anno. La gara Superbike sará quindi una grande occasione per le industrie motociclistiche presenti nel nostro Campionato.
Stiamo inoltre trattando con il Buddah International Circuit, nel quale si è recentemente corsa la gara di Formula 1 in India, per completare una presenza in Asia che in tal caso sarebbe assolutamente straordinaria"
.

Va aggiunto che la Superbike ed i propri sponsor, team ed imprenditori, si potranno avvantaggiare inoltre degli accordi che Maurizio Flammini, come presidente di Federlazio e PMItalia, organizzazioni che rappresentano oltre 30.000 aziende sul territorio nazionale, ha avviato con il Governo Indonesiano per creare una stretta collaborazione tra le imprese dei due continenti e la relativa creazione di opportunità B2B. Il Circuito di Sentul ha un notevole fascino sia per l’ambiente naturale, è infatti immerso in una meravigliosa foresta tropicale, che per le sue caratteristiche tecniche e progettuali. L’Indonesia inoltre costituisce un mercato straordinario per la moto, con oltre 7.400.000 di unità vendute nel corso del 2010 e una previsione di aumento del 10% per il 2011 (i dati definitivi saranno disponibili a breve). Il Governo inoltre concede sussidi per la benzina utilizzata per la circolazione con le due ruote. La data della gara Superbike sarà fissata a breve. Le ipotesi al vaglio sono l'inizio del campionato, congiuntamente all’Australia, o la gara di chiusura. Paolo Flammini, CEO di Infront Motor Sports, ha dichiarato: "L’arrivo della gara indonesiana nel calendario del Mondiale Superbike conferma l’interesse crescente verso il nostro campionato, che diventa sempre più completo ed ora tocca tutti i più grandi mercati motociclistici, continuando ad offrire opportunità sempre più qualificate all’industria motociclistica, agli sponsor ed ai media".

In attesa di rivedere le superbike in gara a Sentul, gustatevi il duello all'ultimo giro tra entrambi su Honda RC45, nella gara si Sentul del 1997!

1997 World Superbike Sentul - Last Lap

1997 World Superbike Sentul - Last Lap

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , bicilindriche , 1000 , 600 , supersport , pista , superbike , curiosità , mercato , gare , autodromi , piloti , lavoro , superstock , fmi


Top