Sport

pubblicato il 21 febbraio 2012

WSBK 2012 Phillip Island Test, Day 2: Sykes primo per un soffio

Davanti a Carlos Checa per pochi millesimi - GUARDA LE FOTO

WSBK 2012 Phillip Island Test, Day 2: Sykes primo per un soffio
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2012 Phillip Island Test, Day 2 - anteprima 1
  • WSBK 2012 Phillip Island Test, Day 2 - anteprima 2
  • WSBK 2012 Phillip Island Test, Day 2 - anteprima 3
  • WSBK 2012 Phillip Island Test, Day 2 - anteprima 4
  • WSBK 2012 Phillip Island Test, Day 2 - anteprima 5
  • WSBK 2012 Phillip Island Test, Day 2 - anteprima 6

Si sono conclusi da poche ore i test ufficiali Infront di preparazione alla gara inaugurale del Campionato del Mondo Superbike 2012. Una sorpresa a metà quella fatta da Tom Sykes con la sua Kawasaki ZX10R a Carlos Checa, visto che l’inglese ha già mostrato uno stato di forma eccellente negli scorsi test precampionato. Tom e la Kawa, quindi, sono riusciti a stampare un ottimo tempo nella sessione del mattino, limando qualche millesimo al tempo di Checa, che ha comunque abbassato il suo personale rispetto a ieri.
Detto ciò la Kawasaki si presenta in gran forma sulla pista di Phillip Island, dove già tra pochi giorni sarà dato avvio alla stagione 2012 del Mondiale.

Altra sorpresa della giornata è il ceco Jakub Smrz che ancora una volta mostra di gradire molto i test precampionato, spingendo la sua Ducati fino al terzo posto assoluto nei due giorni, mettendosi dietro la Honda di Jonathan Rea e l’Aprilia di Max Biaggi.
Sesto tempo per la prima delle BMW in gara, quella di Marco Melandri che si prende sei decimi da Sykes.
Ottimo il settimo posto di Davide Giugliano che avrà sì collezionato ben quattro cadute in due giorni, ma sta mostrando grinta e talento arrivando a un soffio da Melandri e tenendo dietro Camier e Guintoli.

Decimo posto per Leon Haslam che, come sappiamo, è caduto ieri procurandosi una frattura alla tibia. A quanto pare il danno non è così grave, visto che giovedì Haslam subirà un piccolo intervento per fissare la frattura con due viti in modo da essere pronto per salire in moto già venerdì.
A seguire troviamo la seconda Kawasaki di Lascorz undicesima, Michel Fabrizio e Niccolò Canepa, dodicesimi e tredicesimi. Così così Ayrton Badovini sedicesimo a 1,3 secondi da Sykes, davanti a Zanetti. L’ultimo italiano in classifica è Raffaele De Rosa che ha chiuso in 23esima posizione.

I COMMENTI DEI PILOTI
Siamo già in grado di riportarvi i commenti dei protagonisti della due giorni di Phillip Island.

TOM SYKES
"Sono stato molto veloce stamattina, e anche questo pomeriggio nonostante le condizioni torride sono riuscito a migliorare il tempo di ieri pomeriggio. In generale, oggi abbiamo fatto ancora ulteriori prove e di sicuro abbiamo trovato un paio di accorgimenti che funzionano.
A fine sessione ho fatto 14 giri tirati con gomme da gara e il passo è stato molto consistente, riuscendo a fare ottimi tempi con una certa facilità rispetto a quanto accadeva prima. In tutta onestà, questo non è uno dei miei tracciati preferiti, anzi, è uno degli ultimi in quanto a preferenza, e quindi sono molto contento di essere davanti a tutti, perché questo vorrà dire che sulle piste che più mi piacciono potrò migliorare ancora. Non voglio fare pronostici perché mi piace tenere i piedi per terra, quindi andrò avanti con il lavoro e vediamo che succederà domenica in gara!"


CARLOS CHECA
"Abbiamo completato il nostro programma di lavoro con risultati molto soddisfacenti e questo è quello che conta, più dei tempi sul giro. Abbiamo lavorato sia con la gomma larga che con la gomma più stretta. Preferisco l’assetto che abbiamo trovato con la gomma larga. Mi sento a posto con la mia moto e con l’assetto che abbiamo trovato, ma per il resto dobbiamo aspettare il weekend, per vedere com’è la pista, quale sarà la temperatura e quali gomme dovremo utilizzare. Sappiamo che questa è una delle migliori piste per la Ducati e quindi vorremmo sfruttare questa opportunità. Mi concentrerò, farò del mio meglio e vedremo cosa verrà fuori domenica".

MARCO MELANDRI
" In generale non sono molto contento dei risultati di questo test. Fino ad ora non siamo riusciti a risolvere del tutto il problema di vibrazioni sull’anteriore. Ieri abbiamo fatto un miglioramento e abbiamo un’idea di quale direzione prendere, ma oggi non siamo riusciti a migliorare ulteriormente, anche a causa delle mutate condizioni della pista. Nonostante ciò, sia qui che a casa siamo tutti molto motivati e stiamo lavorando sodo. Sappiamo già che questa sarà una stagione dura, e spero davvero che Leon torni presto in forma e possa tornare in moto".

LEON HASLAM
"Sono un po’ frustrato guardando i tempi che hanno segnato oggi. La scorsa settimana in condizioni simili di temperatura i miei tempi sarebbero valsi una delle prime tre posizioni. Ma queste sono le gare. Sono felice di aver trovato un bravo chirurgo nel dr. Blackney a Melbourne. Giovedì mattina mi opererà e inserirà due viti per bloccare la mia tibia. Ho una piccola frattura sul tallone destro ma nulla di grave. Se tutto va bene sarò in pista già giovedì pomeriggio e proverò a salire in sella venerdì mattina per le prove".

DAVIDE GIUGLIANO
"Sono contento del lavoro svolto oggi. Pian piano mi sto abituando sia alla moto che alla pista che per me è nuova e sembra che cominciamo a raccogliere i frutti del nostro lavoro. Le prove sono andate molto bene, abbiamo testato parecchie cose e la squadra ha lavorato davvero bene, mettendomi a disposizione tutto il loro sapere. Ho migliorato il mio tempo di ieri, ma la cosa importante è che abbiamo mantenuto un passo molto buono, soprattutto nelle condizioni calde del pomeriggio. C’è ancora molto da migliorare ma ci stiamo preparando al meglio e mi sento abbastanza fiducioso per il weekend di gara. Ringrazio tutti i componenti del team per il grande impegno che hanno messo per permettermi di guidare con facilità la moto".

NICCOLO' CANEPA
"Sono contento per come si sono svolte queste due giornate di prove. La mia tredicesima posizione finale avrebbe potuto essere decisamente migliore, ma mi soddisfa comunque, soprattutto se consideriamo che era la prima volta che ci confrontavamo con i molti piloti esperti che da anni gareggiano in questa categoria. Oggi ho fatto alcuni giri buoni ed ho trovato anche un buon passo di gara che mi fa ben sperare per il prossimo weekend, quando inizierà il mondiale 2012. I risultati di questi due giorni sono stati superiori alle nostre aspettative, ma non per questo intendiamo abbassare la guardia. C’è ancora molto lavoro da svolgere e da venerdì sono sicuro che sarà tutto ancora più difficile, ma sia io che la mia squadra siamo pronti a dare il massimo. Possiamo attendere fiduciosi l’inizio del campionato".

I tempi finali dei test ufficiali (riepilogo dei due giorni)

1 66 Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX-10R 1'31.648
2 7 Checa C. (ESP) Ducati 1098R 1'31.652
3 96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 1'31.800
4 65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 1'31.913
5 3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 Factory 1'32.034
6 33 Melandri M. (ITA) BMW S1000 RR 1'32.232
7 34 Giugliano D. (ITA) Ducati 1098R 1'32.319
8 2 Camier L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 1'32.320
9 50 Guintoli S. (FRA) Ducati 1098R 1'32.347
10 91 Haslam L. (GBR) BMW S1000 RR 1'32.397
11 17 Lascorz J. (ESP) Kawasaki ZX-10R 1'32.540
12 84 Fabrizio M. (ITA) BMW S1000 RR 1'32.605
13 59 Canepa N. (ITA) Ducati 1098R 1'32.746
14 4 Aoyama H. (JPN) Honda CBR1000RR 1'32.910
15 121 Berger M. (FRA) Ducati 1098R 1'32.911
16 86 Badovini A. (ITA) BMW S1000 RR 1'32.948
17 87 Zanetti L. (ITA) Ducati 1098R 1'33.136
18 19 Davies C. (GBR) Aprilia RSV4 Factory 1'33.358
19 44 Salom D. (ESP) Kawasaki ZX-10R 1'33.385
20 67 Staring B. (AUS) Kawasaki ZX-10R 1'33.418
21 25 Brookes J. (AUS) Suzuki GSX-R1000 1'33.623
22 18 Aitchison M. (AUS) BMW S1000 RR 1'34.169
23 35 De Rosa R. (ITA) Honda CBR1000RR 1'34.341

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , bicilindriche , 1000 , pista , superbike , gare , autodromi , piloti , personaggi famosi


Top