Sport

pubblicato il 14 febbraio 2012

WSBK 2012 Phillip Island, Day 2: Checa non si fa attendere

Le Kawasaki vanno forte, migliorano le Aprilia

WSBK 2012 Phillip Island, Day 2: Checa non si fa attendere

Scendono decisamente i tempi nella seconda giornata dei test privati del Mondiale Superbike a Phillip Island. Quest'oggi ad ottenere la miglior prestazione è stato Carlos Checa, che con la sua Ducati 1198R ha limato di ben nove decimi il crono ottenuto ieri, arrivando a realizzare un buonissimo 1'32"1.

Nonostante i sei chili di zavorra arrivati per una sorta di "balance of performance" sulla bicilindrica di Borgo Panigale, dunque, il Campione del Mondo in carica sembra ancora una volta potersi presentare ai blocchi di partenza del campionato con un ruolo da favorito.

Dietro di lui continuano a stupire la Kawasaki ufficiali, con Tom Sykes che si conferma in seconda posizione, staccato di appena un decimo dallo spagnolo. Il dato più incoraggiante per la Casa giapponese però è senza dubbio il quinto tempo ottenuto dall'altra ZX-10R di Joan Lascorz, con quest'ultimo che è stato capace di abbassare addirittura di 1"6 il suo tempo.

Tra le due "verdone" si sono inserite le due Aprilia RSV4 ufficiali di Max Biaggi ed Eugene Laverty. Quest'oggi il "Corsaro" ha risposto al pilota britannico, mettendoselo dietro di un paio di decimi. Ma è importante vedere come la moto di Noale stia reagendo bene ad un tracciato che non ha mai digerito troppo.

Seguono poi le due BMW S1000RR ufficiali di Leon Haslam e Marco Melandri e anche in questo caso le parti si sono invertite rispetto a ieri, con il britannico che si è messo dietro il ravennate. Quello che conta di più però è che i big sono tutti raccolti nello spazio di meno di un secondo e quindi sembrano esserci tutti gli ingredienti per una grande stagione.

Chiudono la top ten le due Ducati del Liberty Racing con Jakub Smrz e Maxime Berger e la BMW di Ayrton Badovini. Da segnalare l'assenza in pista della terza 1198R della squadra di Mario Bertuccio, dovuta ad un attacco influenzale che ha colpito Sylvain Guintoli. Più scontata invece quella di John Hopkins, fratturato alla mano destra nella giornata di ieri.

WORLD SUPERBIKE, Phillip Island, 14/02/2012
Seconda giornata di test (tempi ufficiosi)
1. Carlos Checa - Ducati - 1'32"1
2. Tom Sykes - Kawasaki - 1'32"2
3. Max Biaggi - Aprilia - 1'32"3
4. Eugene Laverty - Aprilia - 1'32"5
5. Joan Lascorz - Kawasaki - 1'32"5
6. Leon Haslam - BMW - 1'32"6
7. Marco Melandri - BMW - 1'33"0
8. Jakub Smrz - Ducati - 1'33"2
9. Maxime Berger - Ducati - 1'33"3
10. Ayrton Badovini - BMW - 1'33"6
11. Davide Giugliano - Ducati - 1'33"7
12. Michel Fabrizio - BMW - 1'33"9
13. Leon Camier - Suzuki - 1''33"9
14. David Johnson - BMW - 1'34"7
15. David Salom - Kawasaki - 1'34"9
16. Lorenzo Zanetti - Ducati - 1'35"2

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , bicilindriche , 1000 , quadricilindriche , pista , superbike , personaggi , gare , piloti , personaggi famosi


Top