Sport

pubblicato il 13 febbraio 2012

WSBK 2012: John Hopkins si frattura la mano destra

Il pilota della Crescent Suzuki è caduto ad alta velocità a Phillip Island

WSBK 2012: John Hopkins si frattura la mano destra

Il recupero della mano destra di John Hopkins sta diventando un vero e proprio calvario: questa mattina, nel corso di un test non ufficiale che ha visto riunite quasi tutte le squadre del Mondiale Superbike a Phillip Island, il pilota statunitense è caduto ad alta velocità procurandosi un nuovo infortunio.

Il portacolori della Crescent Suzuki si è reso protagonista del suo incidente ancora prima di riuscire a mettere a segno un tempo ed è stato immediatamente trasportato in ospedale per gli accertamenti del caso che hanno evidenziato una frattura nella mano destra, quella che appena poco più di un mese fa aveva subito anche l'amputazione dell'anulare, a causa di un infortunio rimediato a Brno, dove aveva partecipato come wild card al Gp di MotoGP.

L'annuncio lo ha dato lo stesso "Hopper" tramite Twitter: "Sono assolutamente devastato nell'annunciare che, dopo un incidente ad alta velocità, mi sono fratturato la mano destra. La gravità dell'infortunio però non è ancora chiara. Sfortunatamente questo vuol dire che domani devo tornare negli Stati Uniti per completare gli accertamenti con il mio chirurgo e capire di da farsi".

Un duro colpo per l'americano, che rischia di condizionare il suo inizio di stagione. E se l'infortunio dovesse rivelarsi grave sarebbe un vero peccato anche per il campionato, dato che Hopkins e la sua squadra si presentano al via con grandi ambizioni.

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , 1000 , pista , superbike , personaggi , piloti , personaggi famosi , incidenti


Top